Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

La buona educazione

E’ bello notare come in Italia ogni minimo gesto di normale non-maleducazione, non-arroganza, non-prepotenza venga visto come un atto di grandissima cortesia.

Oggi guidavo, e mi son fermato per far passare uno che aspettava sulle strisce. Dietro di me non c’erano macchine, per cui sto tizio pensava che io sarei passato e che lui avrebbe potuto attraversare dopo.
Beh, io mi sono fermato. In Australia (e scommetto in molti altri paesi civili) funziona cosi’: se uno aspetta sulle strisce, ci si ferma.
Comunque. Sapete che ha fatto il tipo? E’ rimasto imbambolato. Ho dovuto fargli un cenno con la mano per digli “passa!”… lui mi ha sorriso, mi ha fatto un cenno di saluto con la mano, piu’ stupito che altro.

Pensare che sto in una megalopoli da 35 milioni di abitanti che convivono in armonia. Gli Italiani, invece.

Annunci

5 risposte a “La buona educazione

  1. Enrico venerdì 26 dicembre 2008 alle 7:34 am

    Hai proprio ragione: vivo da quasi 4 mesi in Australia e finalmente mi trovo a mio agio: il rispetto per il prossimo è quasi imbarazzante. Ho anche imparato a stare in coda al semaforo rosso senza superare la fila di macchine che attende il verde (ndr viaggio in scooter!!!). In Italia tra zig zag e superamento della linea continua uno si ammazza pur di mettersi davanti… povera Italia

  2. Vale venerdì 26 dicembre 2008 alle 8:46 pm

    Tanti auguroni di Buon Natale!!!
    (lo so che sono in ritardo di un giorno…ma ieri è stata una giornata impegnativa…)

  3. Fede sabato 27 dicembre 2008 alle 10:56 pm

    …attento, basta poco tempo per riallinerasi!!! buone feste!!!!

  4. Professore mercoledì 14 gennaio 2009 alle 6:28 pm

    Si, ma i tuoi 35 mln di abitanti attraversano la strada SOLO sulle strisce pedonali, SOLO quando il semaforo è verde, vanno in bici SOLO sulle piste ciclabili. Insomma, il rispetto è reciproco.
    Tutto il contrario di quello che succede in Italia!

  5. Fede giovedì 15 gennaio 2009 alle 5:44 pm

    è vero! sono proprio incivili i pedoni e i ciclisti italiani!!Ma cosa pretendono? col cavolo che mi fermo la prossima volta…che i ghe prove a traversar!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: