Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Dove si restituisce il passaporto?

Dal vosto inviato a Peseggia di Scorzé.

Cari lettori, dovete sapere che a Peseggia di Scorzé, provincia di Venezia, stiamo assistendo a scene di italiana follia.

Lasciate che vi parli di via Ponte Nuovo. Via Ponte Nuovo è una via di collegamento tra il paese e la sua parte a sud, e – diciamo – la strada principale per chi volesse andare a Mestre o a Venezia.
Ovviamente, visto che siamo nella campagna veneta, si tratta di una via strettissima, con fosso da una parte e dall’altra, platani a bordo strada e quant’altro.
Ovviamente, visto che siamo nella civilissima Italia, c’e’ un traffico spropositato (la politica corrotta non ha mai investito nei mezzi pubblici, relega il suo utilizzo a cosa per anziani ed extracomunitari, come ben sapete – e poi agli italiani piace la macchina, non piace condividere il suo spazio con estranei, odia il suo prossimo con tutto se stesso e poi va a Messa la domenica) e la gente schizza a velocita’ folli per questa via del cazzo.

Ovvio che prima o poi ci scappa il morto, e qui veniamo all’anno scorso. Per farla breve, l’anno scorso una madre e’ andata a prendere la figlia a scuola… la stava portando a casa, e’ andata lunga allo stop, un furgone lanciato a mille all’ora e’ passato e le ha impallato la Y10, sbalzando sua figlia fuori dall’abitacolo e uccidendola. Ovviamente, la figlia non portava la cintura. In Italia sarebbe obbligatorio, ma si sa… le regole per noi animali non esistono.

Beh, visto quel che e’ successo, che ha fatto il comune?
Ha messo autovelox fissi? No.
Ha messo dissuasori di velocita’? Ovviamente no.

No, che ha fatto? Ha installato dei bellissimi semafori pedonali e degli ottimi spartitraffico a meta’ carreggiata, rendendo ancora piu’ stretta e pericolosa la strada. In mezzo, dei pali che si illuminano di notte.
Poi, e’ arrivato il gelo, i vandali, o che ne so… e ha rotto uno di quei pali. Passando in macchina, io e mia madre ci siamo messi a ridere.

Che c’e’ da ridere? Semplice.
Mentre la crisi energetica si fa sentire, mentre il governo ci allerta sulla nostra dipendenza dagli stati esteri, mentre bisognerebbe fare di tutto per riciclare, risparmiare, rendere efficiente, che fa il cazzo di comune di Scorzé, provincia di Venezia?

Semplice, installa della segnaletica stradale con lampadina a filamento. Tanto per buttar via un po’ di soldi in elettricità.

Gli incompetenti dovrebbero essere mandati a spaccar pietre. In Italia, purtroppo, li mettiamo tutti a fare i politici.

Annunci

2 risposte a “Dove si restituisce il passaporto?

  1. Marione venerdì 9 gennaio 2009 alle 7:06 pm

    …oltre il danno, la beffa: se tu guardi, sulla luminaria rotta, si sono “inculati” anche una lampadina!!!!!!! …ho capito che son tempi duri e che la crisi si sta sentendo sempre di più, ma spendere 1€ per una lampadina è troppo???

    ALBA MA CHE FINE HAI FATTO?? Vabbè che non 6 piu’ venuto in slovenia, ma.. pensavo di rivederti al ritorno!!!! ora quando riparti?? ..non dirmi che 6 già partito??

  2. Professore mercoledì 14 gennaio 2009 alle 5:57 pm

    A prescindere dall’incidente e dalle tragiche conseguenze, se analizzi il tutto se ne deduce che :
    1) l’incrocio in questione è soggetto ad incidenti (come miliardi di altri incroci nel mondo. Di chi è la colpa ? dell’incrocio o di chi non rispetta i segnali stradali ?)
    1) la bambina non era allacciata alla cintura di sicurezza (colpa della madre)
    2) non è stato rispettato lo STOP (colpa della madre)
    3) il furgone ha urtato la Y10 (concorso di colpa dei conducenti)
    A questo punto il proprietario/gestore della strada (ANAS – Concessionario – comune – provincia) cosa dovrebbe fare ?
    Mettere autovelox ad ogni incrocio ?
    Mettere dissuasori ad ogni incrocio ?
    Mettere 4 agenti di Polizia, 24 ore su 24 e armati di mitra, davanti ad ogni incrocio ?
    Scusami ma quello che dici mi sembra assurdo.
    I dissuasori di traffico vengono sistematicamente contestati da chi abita nelle vicinanze (ogni volta che passa un veicolo “trema” la casa). Gli autovelox vengono manomessi e comunque superato l’autovelox (quasi) tutti oltrepassano il limite di velocità imposto, ergo INUTILI se non per fare cassa, come spesso succede.
    In questo caso specifico, è stata fatta la scelta più logica per tutelare chi percorre quella strada (pedoni, ciclisti, automobilisti, camionisti, ecc …). Riducendo la sezione delle corsie tutti i veicoli, in prossimità dell’incrocio, devono rallentare garantendo maggiore sicurezza. Ovviamente, gli “ostacoli” devono essere illuminati.. Se qualche idiota ha centrato e rotto uno di questi pali non sarà mica colpa del comune ! E se invece del palo, l’idiota, avesse centrato un veicolo o un pedone ?
    Infine, quanto al risparmio energetico … quando mi dimostrerai che a casa tua vengono usati solo ed esclusivamente apparecchi elettrici a basso consumo, quando mi dimostrerai che spegni tutti gli apparecchi non utilizzati, quando mi dimostrerai che ti muovi sempre a piedi, in bici e/o con mezzi pubblici (in Italia intendo …) ecco quando mi avrai dimostrato tutto questo ne potremo parlare altrimenti è solo DEMAGOGIA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: