Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Febbre gialla

Ti rendi conto di averla solo quando ti prende, dal nulla, un’irrefrenabile voglia di giappina.

00019348

 Maledette.
Loro, i loro culetti sodi, i loro corpicini sottili, i loro occhioni finto innocenti su ciglia ancora piu’ finte.

Ridatemi Shibuya!

Annunci

11 risposte a “Febbre gialla

  1. Tonari giovedì 16 aprile 2009 alle 1:41 pm

    Ebbasta e quando ci sei perché ci sei e quando non ci sei perché non ci sei… =D

    Qualcosa mi dice che stai già pendendo in una direzione del bivio.

  2. T'aLon giovedì 16 aprile 2009 alle 3:28 pm

    ma dai… ma…. che fico… ma come mai hanno messo la ragazza lì?
    BAXXX^_^

  3. Ory giovedì 16 aprile 2009 alle 5:24 pm

    Culetti sodi?
    Ma se non ce l’hanno il sedere! certo, io non ho sondato il terreno come te e mi baso solo su una valutazione visiva….

  4. Akanishi venerdì 17 aprile 2009 alle 3:04 am

    pur ce ne sono a torme in Downunder, ‘azzo rompi?

  5. albino venerdì 17 aprile 2009 alle 7:06 am

    Tonari: Sono un pendolo che oscilla tra ragione e sentimento, tra carriera e divertimento, tra ragione e giappina. Oggi oscillo di qua, domani oscillero’ di la’… chissa’ dove saro’ quando sara’ il momento di prendere una decisione?

    T’alon: Non lo so, vorrei tanto saperloooooo

    Ory: Ecco appunto, non hai sondato il terreno. Non sai.

    Aka: Le giappine che vanno all’estero sono mediamente dei cessi. Con le debite eccezioni, la giappina figa media non sa l’inglese e non ha motivi per uscire dall’isola in cui ha successo con l’altro sesso.

  6. Shinobu venerdì 17 aprile 2009 alle 10:45 pm

    Ory penso che albino oltre alla valutazione visiva ne possa dare anche una, come dire…, “tattile” 😀

  7. zazie sabato 18 aprile 2009 alle 4:08 am

    L’immagine e’ di Akihabara, pero’, non di Shibuya, ed e’ un ‘opera presentata alla Biennale di Venezia nel 2004 commissionata da Morikawa per la mostra Otaku; persona = space = city. Geek, quindi, non giappine carine. 😉

  8. albino sabato 18 aprile 2009 alle 8:21 am

    Shinobu: Ben piu’ che tattile, eheh… senza scendere in particolari! 😀

    Zazie: ma sta tipa e’ ancora li’ ad Akiba a farsi passare i treni tra le gambe a tutt’oggi o l’hanno smantellata?? Perche’ non l’ho mai vista?? Che linea e’?

  9. zazie sabato 18 aprile 2009 alle 6:05 pm

    L’originale era un’installazione che riproduceva la stazione di Akihabara, questa immagine penso sia un fotomontaggio come dice Tonari, fatto imitando l’installazione della Biennale: http://www.jnto.go.jp/eng/indepth/featuredarticles/kie/akihabara/kie_akihabara_06.html. La linea e’ la Sobu.

  10. Ryohei giovedì 23 aprile 2009 alle 4:11 am

    Un gaijin è sempre un gaijin.
    Non importa quanto tempo è da noi in Giappone o quanto cerca di capire noi.
    E poi le “giappine” se ne fregano. GAIJIN!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: