Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Cogito ergo Sudo

Sono arrivato qui all’equatore. Ci sono 35 gradi, e non dico all’ombra perche’ tanto il sole non si vede, quindi non e’ che faccia differenza. Il sole e’ un pallido disco giallognolo che sta altissimo nel cielo, coperto non da nubi ma da strati di umidita’.

Qualsiasi cosa respiri suda qui, solo per il fatto di respirare. Piu’ naturalmente il pecorino, che suderebbe alla grande se ce l’avessero. Forse e’ per questo che qui non mangiano formaggi?
Ah, tra parentesi sono andato in supermercato (se cosi’ si puo’ chiamare – la prossima volta vi mando foto). Beh… non hanno il latte. Non lo tengono!

In compenso ho visto degli ananas col ramo attaccato sotto e delle banane sul casco che devono essere TROPPO buone!

Qui i prezzi sono miserabili, proprio. Cioe’… costa tutto tipo un decimo!

Di seguito alcune foto, senza commenti perche’ non ho palle. Chi e’ mio amico su facebook le ha gia’ viste, chiedo venia.

IMG_5633

IMG_5634

IMG_5637

IMG_5641

IMG_5664

IMG_5684

Annunci

2 risposte a “Cogito ergo Sudo

  1. Akanishi au Québec mercoledì 27 maggio 2009 alle 8:29 am

    avevo detto che la jungla dava più l’idea

  2. Pingback:Gita fuori porta « Bello Onesto Ri-emigrato Australia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: