Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Che futuro?

Rieccomi a Brisbane. Ieri ho ritirato la macchina aziendale all’aeroporto. Mi hanno dato un Toyota 2400 benzina. Era nella categoria “economiche”. E via, l’effetto serra ringrazia.

Recentemente e’ mancato il padre di un mio caro amico, in Italia. Io sono bloccato qui in Australia (sto diventando residente, non posso lasciare il paese per legge finche’ non mi arriva il visto – pena la perdita del visto), piu’ di una telefonata non ho potuto fare. Mi sento esiliato, impotente. Sono questi i momenti in cui ci si rende conto quanto costi l’essere lontani. Mi dispiace un casino.

E mi metto a pensare. Vedo gente intorno a me, la gente che ho conosciuto in passato e che continuo a incontrare nel mio eterno girovagare. Alcuni seguono la carriera, altri la famiglia. Altri devono ancora capire cosa seguire, altri stanno perdendo tempo e basta. Altri vogliono perdere tempo e basta e ad altri ancora – in fondo – non importa piu’.

E il mondo. Alcuni dicono che in trent’anni vedremo un’altra atomica esplodere da qualche altra parte. Altri che in trent’anni l’acqua salira’ di 30 centimetri. Altri che il mondo sara’ un posto invivibile. Ma intanto, cosa vedo? Il mondo si scopre ogni giorno piu’ cosciente di se’. La rete ha centuplicato i canali di comunicazione, li ha resi multidirezionali, li ha resi (piu’) liberi.
Nuova conoscenza si sviluppa di giorno in giorno, e di giorno in giorno ci ritroviamo a vivere in un mondo piu’ litigioso, piu’ polemico, piu’ ateo, piu’ perso.
La gente non crede piu’, e cio’ mi fa paura. Perche’ in cent’anni il mondo potrebbe essere distrutto, e’ vero. Ma se l’uomo smette di credere, in fondo, tutto questo che importanza ha?
Che la gente segua famiglia o carriera, invecchi ricca o povera. Il futuro, il presente. Andare al lavoro la mattina, tornare a casa la sera. Sprecare il tempo, divertirsi, vivere. L’Inter che ruba 4 scudetti, i Talebani che uccidono. Il nord G8, il sud terzo mondo. La societa’, le regole, lo sviluppo, la figa. Se domani muori e tutto e’ finito, che importanza ha?
Il cane dei miei vicini che spreca le sue giornate chiuso in casa a dormire sul divano. Che importanza ha la sua vita?

Rispondetemi, voi che non credete a Nulla.

Annunci

6 risposte a “Che futuro?

  1. Akanishi au Québec giovedì 20 agosto 2009 alle 8:20 pm

    presente!

  2. Akanishi au Québec giovedì 20 agosto 2009 alle 11:04 pm

    Chemical Brothers – Believe

  3. Akanishi au Québec venerdì 21 agosto 2009 alle 7:00 am

    “La gente non crede piu’, e cio’ mi fa paura. ”

    ma stai parlando di fede in dio??

  4. Akanishi au Québec lunedì 24 agosto 2009 alle 6:10 am

    ecco. A parte Albino, a quanto pare qui l’unico a cui importa qualcosa del destino del mondo è quello che non crede in Nulla.

  5. albino lunedì 24 agosto 2009 alle 6:39 am

    ahah! Smettila di intromettermi nei miei sfoghi personali! Commenta l’altro post, quello in cui parlo di femmene! 😀

    Ah… scrivi una mail di protesta a Skippu, la quale ieri sera si lamentava del fatto di avere la caldaia in cucina invece che in terrazzo! Dille che la caldaia in terrazzo crea solo sprechi ed effetto serra!

  6. Akanishi au Québec lunedì 24 agosto 2009 alle 8:21 am

    scusa ma io mi aspettavo un bel dibattito qua, altro che femmene! quello sulle femmene è uno sfogo personale sul quale dichiaro la mia incompetenza!

    la caldaia in terrazzo è uno spreco in inverno… ma se in estate la tieni accesa in cucina e accendi anche il condizionatore?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: