Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Torna a casa Lassie, vol.2

No, stavolta non parlo di me.

Ve lo ricordate il coglione del francese che viveva con me qualche anno fa? Forse all’epoca non ho raccontato che è  stato licenziato in tronco dalla sede australiana della mia azienda per divulgazione di materiale confidenziale, falsificazione del curriculum, problemi comportamentali ed altre che è meglio se non dico. Dopo quei fattacci del 2007, il tipo è emigrato a Dubai. Oggi ho saputo che ha presentato domanda per essere assunto di nuovo da noi, nella sede di Taiwan questa volta. Taiwan che, naturalmente, è controllata qui da Brisbane, che non per nulla è la sede dell’area Asia-Pacific.

Ma io mi chiedo. Sei stato sbattuto fuori a calci in culo, e sei anche fortunato ad aver trovato subito da lavorare altrove. Che faccia da culo bisogna avere per ripresentarsi in un posto dove la gente ha festeggiato il tuo licenziamento?

Certa gente è proprio senza vergogna.

Annunci

2 risposte a “Torna a casa Lassie, vol.2

  1. mattia mercoledì 16 settembre 2009 alle 12:55 am

    verrei io a lavorare a Brisbane! chissa’, magari tra un paio di anni mi tolgo la paglia dal culo anche io !

  2. Lau mercoledì 16 settembre 2009 alle 8:38 am

    La prima cosa che ho visto entrando in casa tua nel cuore della notte nel lontano luglio 2007: la scritta gigante “Questa casa è arrogance free”!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: