Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Archivi giornalieri: martedì 13 ottobre 2009

Il braccio cazzone della legge

Ieri sera ero intento a praticare il secondo sport nazionale dopo il calcio: stavo in un bar a bere l’aperitivo prima di cena. Ad un certo punto entrano due carabinieri. Prendono due prosecchi, ridono e scherzano con la barista e poi escono – ovviamente senza pagare.

Volevo fermarli e chiedere loro quale legge permetta ad un pubblico ufficiale di bere alcolici mentre si trova in servizio. Non l’ho fatto: ho avuto paura della reazione. Ma la paura è sintomatica. Esprime la consapevolezza che un poliziotto che viola le regole sull’alcool trasmette un’immagine di persona corrotta, di persona che non è al servizio della comunità ma potrebbe prenderla sul personale e utilizzare il suo potere contro un onesto cittadino.

Ma a prescindere da questo. Possibile che chi detiene il potere, sotto qualsiasi forma, debba sempre usarlo a suo favore, fregandosene delle regole? Poi dove sono andati quei due carabinieri? Quanti altri calici di prosecco hanno bevuto, prima e dopo? Si sono messi alla guida? Sono andati a fermare automobilisti ubriachi?

Perché in questo cazzo di paese non valgono le regole?

P.S: Ero a Conegliano, provincia di Treviso. In un bar vicino al municipio. Tanto per la cronaca, sia mai che a qualcuno serva questa informazione.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: