Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Archivi giornalieri: domenica 25 ottobre 2009

Tokyo mon amour

I giorni infrasettimanali in Australia si sono sviluppati pressoché identici l’uno all’altro nell’ultimo anno della mia permanenza nel continente dei canguri. Uscivo la sera (presto) dal lavoro e mi aspettavano una ventina di minuti immerso nel traffico, poi a casa birra e sigaretta e telefonata con mio fratello, uscite sporadiche con amici, molte serate passate a bordo piscina a scrutare il cielo. Alle dieci di sera le luci di una città con gli stessi abitanti di tutta l’area metropolitana di Torino erano in via di spegnimento, le strade vuote, i ristoranti vuoti, i pub chiusi.

Ma zero preoccupazioni, pochissimo stress, tranquillità massima, una vita perfetta. Spiaggia quasi perenne, standard di vita altissimi, città verdi, casette col giardino, il sole, il mare, una vita al top. Barca a vela, golf, sub, surf. Il paradiso terrestre.

Peccato che io non sia fatto per la vita perfetta. Ognuno ha il posto che si merita. Infatti fra una decina di giorni uscirò (tardi) dal lavoro alla sera e troverò scene simili alla foto di cui sotto. Questo sarà il mio grigio, cementoso, ammassato, frenetico, schizofrenico, angolo di paradiso.

Shibya06[1]

Sopra: foto di Shibuya per gentile concessione spontanea del mio amico C.d.V. (dal cui album di Picasa è stato rubato lo scatto di questo post).

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: