Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

From Cermany, ja!

Salve a tutti. Volevo confermare la mia p0sizione, mi trovo a Berlino, pronto per tornare a casa. Passo per Parigi, MA in Francia c’e’ un megasciopero perche’ Sarcosi’ ha deciso di aumentare di due anni l’eta’ pensionabile PROPRIO MENTRE transito per la Francia io. Ma guarda che carino.

Dall’altra parte dell’emisfero invece, ad attendermi a Tokyo sembra ci sia un bel tifone. Che culo!

Questa settimana mi e’ stata molto utile per capire tante cose. La prima, che non voglio tornare in Europa. La seconda, che odio il modo di fare business dei Giapponesi, che odio i salary men giapponesi, che prenderei a calci in culo tutti i giapponesi del mondo. Ma e’ solo uno sfogo momentaneo.

La terza, che le ditte che si occupano di ingegneria sono comandate dagli economisti, mentre gli ingegneri non hanno voce in capitolo. Sono solamente della sporca forza lavoro.

La quarta, corollario della terza, ovvero che devo uscire dal mondo dell’ingegneria al piu’ presto possibile, se non voglio morire povero e in uno scantinato.

La quinta, strettamente connessa alla quarta, che negli alberghi di lusso vedi queste coppie con lui cinquantenne pelato e alto uno e sessanta, e lei venticinquenne bellissima, bonissima e capisci che (A) lui non e’ un ingegnere, e che (B) il mondo e’ ingiusto. Soprattutto quando lui e’ un russo con la faccia da russo (e da culo).

La sesta, che e’ inutile che mi ripeto che non sono in Giappone per le giappine… e’ per quello. L’ho visto in Europa, le fiuto a distanza… non c’e’ niente da fare. E a proposito di questo ho qualcosa da dire. Una volta, molto tempo fa, scrissi nel blog che le giappine che vanno all’estero sono le meno attraenti, perche’ quelle che hanno successo in patria (e “successo” per una femmina giapponese significa SOLO essere figa) non hanno bisogno di espatriare.
Questa mia frase ovviamente era solo una delle mie barbare generalizzazioni dette pour parler, ma il succo di quello che volevo dire e’ che quasi tutte le giappine che ho conosciuto in vita mia e che sono state all’estero non sono nulla di speciale. Qualcuna di carina c’e’, per carita’ eh. Ma parlo in media, e mi baso sulla mia esperienza.

Beh, forse mi sbagliavo. Mi ero basato sulla mia esperienza di giappine che sono state in Australia, o che ho conosciuto in Giappone e che di solito sono state in paesi anglosassoni. Ma devo dire,  non avevo mai visto le giappine che vanno in Francia (ovviamente non frequentando io (e anzi, tenendomi bene alla larga da) gli ambienti francesi di Tokyo). E invece, cari lettori. Che vi devo dire. Mi trasferirei a Parigi domani. Onestamente, Parigi ha piu’ figa giappa di Shibuya.

Chissa’ come mai? Forse perche’ la giappina del volgo sogna l’Australia e si accontenta dello scimmione alcolizzato di quelle parti, mentre quella piu’ trendy se ne va a Parigi dove c’e’ la cultura, la moda, la mejo ggente e le sue adorate borse Louis Vuitton?
Cioe’, ditemi, spiegatemi. Perche’ la giappina media in Australia e’ alta 1,55, ha le gambotte pienotte e magari anche un filo di panzetta e of course ogni dente che punta in una direzione diversa, mentre quella di Parigi e’ alta, magra e bellissima, sia che la vedi passare in tubino di Chanel, sia che giri per la strada in pantaloncini e zaino in spalla?  Perche’?

Chi lo sa. Ma e’ un fatto che pure a Tokyo non vedo altro che semidee giappe accompagnate da poveri ebeti dall’accento vagamente gay che, solo per coincidenza, suona molto francese. Forse e’ vero che sti cazzo di frogs attirano di piu’.

Dite la vostra, please. Esprimetevi, toglietemi questi dubbi esistenziali.

Annunci

14 risposte a “From Cermany, ja!

  1. elisa giovedì 23 settembre 2010 alle 6:06 pm

    credo che il fatto che a parigi siano piu’ magre e tenute meglio sia perchè forse mangiano meglio…diciamo la verità, in australia non è che proprio ci sia la cucina migliore del mondo e nemmeno la piu’ salutare…forse quella francese essendo piu’ varia è anche piu’ salutare, come la nostra per intendersi…poi il fatto dei veci bavosi con le facce da culo con le fighe a fianco…sono stufa di vederli pure io, qui ne vedo tutti e giorni e mi vien da gomitare…ti piace la figa giappa, che ci vuoi fare…hai seguito il tuo istinto, comunque non lamentarti che di gente povera che muore in cantina, qua ce ne sono pure troppi, và…io in francia non sono mai stata ma ho zero simpatia per i francesi, ma è una mia idea…perchè non cerchi lavoro li? se ti ispira…e magari trovi anche la giappina giusta per te e metti su famiglia, sai che figata mini giappini albini con occhi azzurri a mandorla? figoooooooo!!! io voto perchè ti trasferisca a parigi!

  2. Akanishi au Québec giovedì 23 settembre 2010 alle 9:47 pm

    La quarta, corollario della terza, ovvero che devo uscire dal mondo dell’ingegneria al piu’ presto possibile, se non voglio morire povero e in uno scantinato.

    stereo-fanculo!!

    fanculo n. 1 perché il dominio dell’economista è il MALE, pur leggi beppe grillo, il fatto che il mondo di merda sia diretto da gente che non sa il II principio della termodinamica è il MALE, e tu adesso per vile desiderio di DEN ARO e POTERE vorresti saltare sul carro dei [temporary] vincitori?? disgusto e iprite

    fanculo n.. 2 povero in uno scantinato TU? fammi il piacere. Hai un sapere tecnico, ci sarà sempre bisogno di ingegneri.

    PS non me ne vogliano gli economisti. quelli che sanno il II princ. della TD, gli altri iprite.

  3. Akanishi au Québec giovedì 23 settembre 2010 alle 9:49 pm

    spiegami come fanno affari i giappi, mi interessa.

  4. Laura venerdì 24 settembre 2010 alle 12:15 am

    Animo che con i tempi che corrono il rischio della morte povera lo corro piu io che te ! >.< (lo scantinato non ce l'ho messo perche con i prezzi in giro, le banche strozzine e le prospettive di lavoro attuali meglio non contarci).

    "Forse e’ vero che sti cazzo di frogs attirano di piu’"?

    Escludendo il caso in cui lei è giovanissima e bellissima mentre lui ha un ottimo conto in banca ed è prossimo alla terza età……definisci "frogs".
    Secondo quali parametri uno è frog?

    Dai alla fine direi che il mondo è stato piu ingiusto con l'uomo che aveva vicino la semidea attaccatissima alla sua carta di credito =p

    • albino venerdì 24 settembre 2010 alle 1:40 am

      in slang inglese il “frog” è il francese, come il “pommie” è il britannico. si chiamano così gli uni con gli altri prendendosi in giro perché i francesi secondo lo stereotipo inglese mangiano le rane, mentre secondo i francesi, gli inglesi non sanno fare da mangiare: mettono le mele in mezze delle loro ricette.

      Quindi intendevo dire che i francesi cuccano di più…

  5. Ivan venerdì 24 settembre 2010 alle 6:11 am

    No caro amico ingegnere, i francesi non hanno davvero nulla di speciale rispetto al resto della popolazione centro/meridionale dell’Europa.
    Il fatto e’ che sono i maschi giapponesi che sono VERAMENTE scarsi in fatto di comunicativita’, intraprendenza & savoire faire (non c’e’ neanche bisogno di menzionare il fatto che sono mediamente micro dotati).
    Rispetto ai giappini (si puo usare questo termine per i maschi?) perfino uno scandinavo (notoriamente interessato solo all’alcol) sembra uno gigolo sciupafemmine della migliore razza.
    Piuttosto tu stai attento che in Giappone rischi di abituarti a vincere facile e poi quando finira’ la cattivita’ potresti ritrovarti come quelle scimmie che trascorse le loro vite in uno zoo non sono piu’ in grado di sopravvivere se vengono liberate.

    • albino venerdì 24 settembre 2010 alle 6:33 pm

      Guarda, onestamente. E’ proprio il contrario di quello che pensi tu. Io attiro le westerns come la merda attira le mosche, mentre di media le giappine non mi si vogliono fare: mi si vogliono SPOSARE.
      Morale, vinco facile con le bianche, mentre le gialle paradossalmente con me se la tirano e si vogliono mettere insieme a me. Il mio problema, mi ha detto una giappina una volta, e’ che ho un bel lavoro, una bella casa, sono intelligente e acculturato, percio’ sono da maritare, percio’ faccio fatica a essere visto come una botta e via.
      Nemmeno a Roppongi, dove – mi dice sempre la stessa tipa – mi vedono lontano un km che sono “un buon partito” e “un bravo ragazzo”.
      Questa tipa tra parentesi non me l’ha data per lo stesso motivo; le ho chiesto: e se fossi stato un cameriere che vive in una Sakura House? e lei: “maybe I would have wanted to have just fun with you”.

      Valla a capire la vita.

  6. Max Puliero venerdì 24 settembre 2010 alle 5:15 pm

    Odio la gente che si lamenta del giappone…. Mediamente gl irispondo “e allora tornatene a casa!”.

    Ma ho notato che, invece, l’autore del blog la sa lunga, e trova il male in ogni paese e lo evidenzia, ed e` cosi che si deve fare!

    Troppo facile dire, il giappone e` piu figo dell’italia per questo e quastaltro motivo o viceversa.

    Bisogna limitarsi a getare merda a 360gradi per riuscire a vincere. Un po come fa Bossi insomma.

    Sto blog e` bellissimo!

    Saluti.

  7. Vee venerdì 24 settembre 2010 alle 8:51 pm

    Sinceramente la prima cosa che ho pensato è stata la storia del gaijin-status symbol: avere il fidanzato occidentale fa figo, e certe nazionalità fanno più figo di altre. Lo stereotipo è: Francia=classe, lusso, moda ecc., Australia=canguri e boomerang. Quindi la giappina figa e modaiola tende spontaneamente verso il francese, nella speranza di essere portata a Parigi, in mezzo alla moda e al lusso che le piacciono tanto. Alla giappina non tanto figa e non tanto modaiola va bene anche l’australiano che la porta in un pub a scolarsi una birra. Ovviamente tutto questo ragionamento cade quando si tratta di Vero Amore, che è cieco, sordo e non gliene frega niente degli status symbol. Se poi gli uomini giapponesi fossero veramente tutti dei microdotati impediti al 100% con le donne non si spiegherebbe come mai
    1) il popolo giapponese non sia estinto da qualche secolo
    2) le giappine non siano tutte emigrate in Occidente, terra leggendaria popolata solo da uomini bellissimi, affascinanti e superdotati (sì, come no)
    3) le giappine continuino per la maggior parte a frequentare/fidanzarsi/sposarsi con giappini
    4) secondo Wikipedia l’80% dei matrimoni misti in Giappone (1 ogni 20, quindi pochi) è del tipo uomo giapponese-donna di altro Paese asiatico (http://en.wikipedia.org/wiki/Interracial_marriage#Japan).
    Ah, comunque bel blog XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: