Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Bunga Bunga agli italiani all’estero

A volte viene quasi da sorridere (fra un pianto e l’altro) a leggere le news provenienti dall’Italia. Soprattutto quando Chi-sappiamo-noi ne combina un’altra delle sue. Ora, non voglio mettermi qui a ripercorrere tutte le tappe della vicenda, immagino che ora in Italia non si parli d’altro che dei pruritini del nostro Presidente del Consiglio. Quindi gia’ sapete.

Ma lasciatemi soffermare un secondo sul mio punto di vista e sulla mia situazione, quella di Italiano all’estero. Non so se vi rendiate conto, ma io devo affrontare quotidianamente degli stranieri, sia nel mondo del lavoro come nella vita privata. Anzi, lo straniero a dire il vero sono io.

E quindi, caro Silvio. Io capisco tutto, capisco che la stampa sia di sinistra, anche la tua, e stia tentando di disarcionarti, come capisco che tu sia un buono di cuore che si sia fatto in quattro per salvare una povera orfanella africana con la quinta di reggiseno dalle grinfie della polizia.

Te lo dico, caro Silvio: ti capisco. I comunistoni ti hanno incastrato di nuovo, tu povera, piccola, innocente vittima della spazzatura mediatica. Io ti capisco, e ti sostengo. Ma vorrei che mi aiutassi. Io mi trovo in guai seri, non so se ti rendi conto. Cioe’, questa volta mi trovo costretto di nuovo a dover giustificare con i miei colleghi e amici stranieri il fatto che in Italia il Premier faccia festini con minorenni non accompagnate dai genitori.

E poi, caro Silvio. Lo capisci l’imbarazzo quando mi chiedono “e’ vero che il Premier fa festini con ministre nude nell’idromassaggio?”  Certo: potrei rispondere che questa e’ calunnia… ma se il mondo intero ormai ci crede, caro Silvio, capisci che con tutte quelle che mi hai combinato ormai e’ difficile poter dire “non e’ vero”? E non venirmi a dire che in Giappone sono tutti comunisti, dài.

E poi, cazzo. Si e’ mai visto un Premier che chiama la polizia e fa rilasciare una minorenne africana bloccata per un controllo, col pretesto che questa sia la nipote di Mubarak, il presidente egiziano? (e anche se lo fosse stata? Si trattava pur sempre una straniera senza documenti!)
Cioe’, ricapitoliamo: Silvio, il suddetto Premier sei tu, e il suddetto Premier ha contemporaneamente mentito, compiuto un reato (abuso di potere) e provocato un incidente diplomatico. Tutto allo stesso tempo. (nota di colore: Il Premier tra parentesi, ma questo e’ solo un dettaglio, manda la sua igienista dentale (fatta eleggere da lui a consigliere regionale della Regione Lombardia) a prelevare la minorenne in questione, in pratica trattando l’igienista per quello che e’, una sguattera al servizio del Re).

Ma soprattutto, e questa e’ una cosa di cui in Italia non ci si rende conto, ormai abituati come siamo ai Mastella, ai Capezzone, ai Fassino, ai Gasparri, a questi politici di professione che non lasceranno mai la poltrona fino alla morte. In Italia non ci si rende conto che all’estero la cosa che scandalizza di piu’ non sono le minorenni. Non sono le puttane. Non e’ il bunga bunga, non sono le ville, non sono le TV, non sono i conflitti di interesse, non sono le ville ad Antigua comprate con agevolazioni in cambio di aiuti provenienti dallo stato italiano, non sono gli abusi di potere, non sono le barzellette maschiliste o xenofobe o con bestemmia, non sono le amichette candidate e messe nei posti di potere, non sono le leggi ad personam, non sono le leggi ad aziendam, non sono le leggi ad familiam, non sono le leggi ad criccam, non  sono le promesse ripetute da tre lustri e mai mantenute. Non e’ niente di tutto questo. All’estero la cosa che scandalizza di piu’, la cosa che non riescono a capire e il motivo principale per cui ci chiamano Repubblica delle Banane e’ uno solo. Non sei tu, caro Silvio, ma e’ il fatto che tu non ti dimetta.

Quello che veramente scandalizza all’estero non e’ lo scandalo, ma e’ la mancata pulizia di una certa classe politica dopo quello scandalo. Per fare un parallelo, non e’ lo sporco che fa schifo in India, e’ il fatto che ci vivano sopra come se niente fosse.

E non importa, caro Silvio, che tu sia innocente o colpevole. Non importa che senza di te l’Italia venga consegnata o meno in mano ai comunisti. Quando ti sei presentato alla elezioni la prima volta hai mostrato la faccia dell’imprenditore, e noi abbiamo creduto che avresti dato una svolta “aziendale” alla politica italiana, una mentalita’ in cui vale il rendimento e nessuno e’ indispensabile, ne’ insostituibile. La mentalita’ della grande azienda. Invece tu hai dato alla politica la mentalita’ della piccola azienda, quella in cui c’e’ il padroncino con la fàbrichetta che fa tutto lui, prende tutte le decisioni lui, e’ quello insostituibile, al di sopra delle regole, al di sopra di tutto, il pàron che gira in Porsche ma evade le tasse, paga i dipendenti mezza busta paga in nero, assume il figlio ignorante che non e’ riuscito nemmeno a finire le superiori e lo mette a fare il dirigente, va a fare pretestuosi viaggi di lavoro in Thailandia a spese aziendali, con il viagra in valigia e la moglie a casa che lo aspetta.

Ricordo il primo scandalo della spazzatura di Napoli, ero in Australia (questa l’ho gia’ raccontata sull’altro blog). I colleghi australiani mi fermarono per chiedermi di questa cosa, al lavoro, e io temevo che volessero solo prendermi per il culo. Invece, allibiti, mi chiesero non della spazzatura, dei motivi, delle colpe, delle ragioni, della camorra, delle discariche, ma mi chiesero: “come mai il sindaco di Napoli non si e’ dimesso?”

Ecco. Noi italiani invece accampiamo sempre scuse, guardiamo il dito e non la Luna. Ma in politica non ci devono essere scuse: ci dev’essere la faccia, una faccia immacolata, un servizio alla comunita’ offerto nel migliore dei modi possibili. Senno’, a casa, cazzo, e per sempre.

Annunci

5 risposte a “Bunga Bunga agli italiani all’estero

  1. Akanishi au Québec sabato 30 ottobre 2010 alle 3:06 pm

    Perché è puntellato dal KGB dell’amico Putin.

  2. FRANCESCO BUFFA DESIGNER sabato 30 ottobre 2010 alle 7:51 pm

    C’è da tremare !!!!!… Fra un BUNGA BUNGA e un altro BUNGA BUNGA faremo la riforma della giustizia! …. Nomineremo una commissione per stabilire chi sono i giudici buoni e quelli cattivi!…e tante altre cose serie di Stato! Per esempio … Una autoritaria telefonata alla polizia per “liberare” e dare protezione alla gnocca di turno specialmente se la minorenne e una bella marocchina! E perché no ancora un BUNGA BUNGA e poi … Faremo una legge sulle intercettazioni ….. il parlamento capirà! E ancora un altro BUNGA BUNGA E via dicendo ……Poi un Lodo Alfano perché già di seccature c’e ne sono tante! e ancora .. attenzione! nessun giudice si permetta di intervenire sul comportamento di un grande statista “eletto dal popolo” e “orgoglioso del suo stile di vita .. nei suoi momenti di relax” e se lo fa è certamente un giudice politicizzato! …. “Un macigno sulla democrazia!” ….. C’è da tremare !!!!!…

  3. fedri lunedì 1 novembre 2010 alle 12:24 am

    …perché bisogna sempre rispettare il mandato degli elettori!!…perché il paese ha bisogno di stabilità! e via discorrendo…non bastano come giustificazioni? 😉

  4. elisa lunedì 1 novembre 2010 alle 5:41 am

    sono d’accordo con l’ultima frase…e comunque i comunisti sono estinti, la sinistra è praticamente inesistente (e non fa un cazzo cmq) e berlusca anche se gli viene la diarrea dà la colpa ai comunisti e non si rende conto che è vecchio ed è ora di fare una bella pulizia di tutti sti politici matusalemme e rinnovare qualcosa…poi fai quel cavolo che vuoi…ah all’estero quasi tutti dicono “ciao italiano, mafioso berlusconi!” scusa ma non ci sto!

  5. formichina martedì 2 novembre 2010 alle 10:33 pm

    ho provato la stessa cosa poco fa quando un ragazzo (francese) del mio lab mi ha fatto la stessa domanda…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: