Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Il navigatore da primo appuntamento

Non ci posso credere. O meglio, ci posso credere, visto che da queste parti ci si puo’ aspettare di tutto. Anzi, a ben pensarci e’ ovvio che doveva esserci.

Mi spiego. Dovete sapere che qui in Giappone va di moda il navigator, o come lo chiamano da queste parte, il Navi (ナビ). No, non e’ (solo) un GPS: e’ piuttosto un tipo di sito in cui si trovano informazioni su luoghi attinenti al tipo di Navi. Uno dei piu’ famosi, per fare un esempio, e’ gurunavi (gourmet navigator), che come dice la parola e’ un elenco di ristoranti, bar, pub, eccetera. Questi siti non si limitano a fare delle semplici liste di ristoranti (per quello basterebbero le pagine gialle), o di darne i contatti (per quello c’e’ google, la risposta ad ogni umana domanda). No, c’e’ molto di piu’. In pratica e’ tipo una community, in cui uno da li’ vede i commenti di chi e’ andato nel ristorante in questione, quanto ha speso, cosa gli e’ piaciuto, e poi soprattutto le foto scattate dai clienti, il menu’, la mappa, i contatti, eccetera. Particolarmente fica l’applicazione per iphone, dove praticamente vedi cosa c’e’ intorno a te in tempo reale. A Tokyo ormai e’ un must, visto che c’e’ un ristorante ogni 2 metri e non si sa mai cosa scegliere. Io a questo sito comunque preferisco Tabelog (il blog del mangiare, traducendo), ma questi sono gusti personali.

Ma tornando a noi. Stavo cercando tutt’altro, quando sono piombato nell’ennesimo Navi-sito… solo che questa volta si tratta di un date-navi, ovvero un navigatore per appuntamenti! Nel senso che quando inviti fuori una, se non sai dove portarla vai su questo sito che ti mostra i posti piu’ romantici, piu’ tranquilli, piu’ adatti come atmosfera o scenografia! Dipende da quello che vuoi fare, se vuoi impressionare la preda in questione, se conosci i suoi gusti e vuoi assecondarli per facilitare l’accesso tra le sue gambe, eccetera.

Ora, da qui sarebbe sin troppo facile piombare a pesce su conclusioni semplicistiche albino-style, martellare senza pieta’ sui giapponesi impacciati che hanno bisogno del sito per capire dove portare la morosa, o dei giapponesi con la fissa dell’avere tutto sotto controllo; i quali anche (soprattutto) quando escono ad un appuntamento si programmano tutta la giornata nel minimo dettaglio, senza lasciare spazio all’imprevisto.
Alla giapponese, appunto. Tipo una dei luoghi da primo appuntamento piu’ inflazionati qui a Tokyo: la famigerata Tokyo Tower a mezzanotte, quando le luci della torre si spengono per qualche secondo. E allora cosa fanno i giappi, al primo appuntamento portano la loro tipa sotto la torre di Tokyo poco prima della mezzanotte, e dopo aver dato un occhio all’orologio sincronizzato al segnale orario le dicono “adesso ti faccio una magggia!“, dopodiche’ contano fino a tre e le luci della torre magicamente si spengono!
A questo punto la tipa resta a bocca spalancata e urla “eeeeeeeeeee!” con intonazione che va dal sol diesis al si bemolle, dopodiche’ i due possono andare mano nella mano al love hotel (no, niente bacio sotto la torre: in pubblico non si fa). Anche se magari lui e’ il quinto stronzo che la porta a vedere la Tokyo tower che si spegne, e lei ormai si e’ rotta di far finta di non sapere di questo segreto di pulcinella di cui tutta Tokyo e’ a conoscenza da decenni.

A questo punto dunque verrebbe da se’ di generalizzare a spanne sulle giappine cui piace questo comportamento, che si sentono coccolate quando il tipo le porta a peso morto da qui a li’, da li’ a la’, da la’ a vattelappesca e sa tutto di tutto sul loro splendido primo appuntamento. Perche’ d’altronde la giappina deve solo avere il trucco perfetto, dire “sou da ne”  o “eeeeee!” quando lui parla, sorridere e pochi altri segni di vita.
Quanto distante questa cosa rispetto a noi italiani latini e un po’ ginofobici nel senso mammone del termine, abituati come siamo a chiedere timidi timidi alle tipe “che cosa vuoi fare, cara?” perche’ se l’arpia non e’ contenta, col cazzo che ce la da’. Altro che imporre il nostro mirabilante programma tipo guida turistica!
Gusti son gusti, vabbe’.

Ma non e’ questo il punto, non e’ questo quello di cui vogliamo parlare, non sono queste le considerazioni che vogliamo fare. Anzi, ci dissociamo apertamente da queste rozze generalizzazioni albino-style. Sul serio, si stava esagerando volutamente.

Perche’ il punto, cari lettori, e’ che oggi non sapevo proprio cosa minchia scrivere, e con questo stupido pretesto del navigatore ho adempiuto al mio dovere giornaliero. Che poi oggi non e’ che mi sia svegliato con tutta ‘sta voglia di scrivere, diciamolo. Giornata uggiosa, a partire da questa mattina quando ho aperto le tende e fuori c’era un tempo da lupi, pioggia gelata e zero gradi o poco piu’. Se non ci credete, chiedete a Meteo chan.

Annunci

22 risposte a “Il navigatore da primo appuntamento

  1. arisio mercoledì 9 febbraio 2011 alle 3:46 pm

    Stoica la tipa, e’ di acciaio puro……

    A.

  2. elisa mercoledì 9 febbraio 2011 alle 6:39 pm

    beh io per la scelta di ristoranti, hotel e quant’altro ho scoperto da circa un anno tripadvisor…so che esiste da qualche anno, ma l’ho scoperto dopo e mi son trovata bene, inoltre ci sono vari forum su ricette, idee per san valentino, foresti che scrivono recensioni, a me piace. per quanto riguarda il sito appuntamenti e suggerimenti, questa mi giunge nuova…quella della tokyo tower mi ha lasciata peprplessa…mi sembra una bella cavolata e loro mi fanno un po’ coglioncelle, ma allo stesso tempo anche brave che per trombarsi un tipo fan finta di nulla come se lui l’avesse portata chissà dove e chissà in che posto diverso dal solito…qui avremo già ucciso il pretendente…qui oggi splende il sole, ieri c’era un nebbione che non si vedeva a mezza metro…mi ha telefonato meteochan per dirmi il meteo stamane…cara ragazza, non so perchè ma mi fa simpatia con quel visino…

  3. goguz88 mercoledì 9 febbraio 2011 alle 6:44 pm

    nooooooooooooo mi aspettavo il bacio sotto la torre O.O

  4. raul mercoledì 9 febbraio 2011 alle 7:50 pm

    Quant’è vera ‘sta cosa del “non chiedere che vuoi fare?” (soprattutto MAI pronunciare la parola “vuoi”!!!)
    http://yamatonadeshiko-raul.blogspot.com/2010/08/hoshii.html

    …ad averlo saputo prima…

  5. Laura mercoledì 9 febbraio 2011 alle 8:34 pm

    E invece ogni tanto non sarebbe male tirar fuori un “mirabilante programma tipo guida turistica”… è sempre interessante! 😀

  6. Davide mercoledì 9 febbraio 2011 alle 9:05 pm

    A) vogliamo l’albino-style!
    B) ai giappi oltre che la ethanol dehydrogenase, manca il senso di colpa della morale giudaico-cristiana; per loro il sesso è una specie di ginnastica. Ciò non toglie che il resto della vita da giappi faccia abbastanza hahare, per dirla come il mio zio toscano.

  7. ivabellini mercoledì 9 febbraio 2011 alle 10:16 pm

    “se l’arpia non e’ contenta, col cazzo che ce la da” …la finisci di metterti la maschera da trivellatore! per mio conto sei un romanticone, solo un filo pedofilo, anzi…giappinofilo 🙂

    La giappa di meto chan è propio bella! si può vedere in internet?

    • albino mercoledì 9 febbraio 2011 alle 10:48 pm

      No, secondo me sei tu invece che hai un’idea… come dire, “siciliana” dei rapporti uomo-donna. io sono veneto, da noi sono le donne che hanno il coltello dalla parte del manico! Le italiane del nord sono The boss, te l’assicuro.

      • ivabellini mercoledì 9 febbraio 2011 alle 11:07 pm

        io sarei del sud?…..hehehe…oppure con un idea siciliana? be io non ci sono mai stato in Sicilia per cui non saprei cosa intendi per idea siciliana dei rapporti uomo-donna, abito da sempre nel nord Italia a 100 km da “Malano” ,come dicono i terun, per cui se cortesemente mi spieghi tu com è questa idea sicula, poi io magari posso risponderti avendo capito quello che intendi.

        • elisa giovedì 10 febbraio 2011 alle 1:52 am

          qui è vero che spesso è la donna a decidere se dartela o meno, ma è vero anche che se la dai sei zoccola, se non la dai sei stronza…in ogni caso non va bene…se l’altro ti fa due moine da serata romantica, tu la dai credendo di aver trovato quello serio, poi non lo senti piu’…quindi ovvio che le donne ad un certo punto si premuniscono anche, no?

          • Doraemon giovedì 10 febbraio 2011 alle 2:47 am

            C’è una terza via,darla al momento giusto…Ovvero se definiamo la funzione “Darla” D(t) in funzione del tempo possiamo affermare che
            lim D(t) = Momento Giusto
            t –> 0

          • ivabellini giovedì 10 febbraio 2011 alle 3:54 am

            Elisa, in che senso le donne si premuniscono??? O.o

            • elisa giovedì 10 febbraio 2011 alle 6:18 pm

              nel senso che invece di darla e poi star male, preferiscono non darla…a meno che lei voglia solo fare zn zin e divertirsi allora quella è un’altra cosa, ma qui a parte le sincere che scopano e va bene cosi, le altre dicono “perchè devo dargliela se poi questo sparisce?” non so se mi sono spiegata, ma sai che noi femmine siamo una razza strana, paranoica e contorta, tanto che a volte riesce difficile anche a me capirci…

              • ivabellini giovedì 10 febbraio 2011 alle 8:52 pm

                e già…si è propio difficile capirve eeeee! come no!…mi sembra di sentire una vecchia storia detta e ridetta dai tempi di Noè…”tu non mi capisci”…”gli uomini pensano solo a quella cosa, si sa!”…io penso invece che ci sia una paità tra uomini e donne nel pensare al sesso, solo che gli uomini si fanno scoprire sovente come dei ciucci 🙂
                Elisa ti invito ad una maggiore generosità verso l altro sesso, sii una benefattrice verso il non sempre fortunato genere maschile 🙂

              • elisa giovedì 10 febbraio 2011 alle 9:31 pm

                ma guarda ora do ad una sola persona, ma diciamo che in passato non me la sono mai tirata tanto, a parte con qualcuno che mi stava sulle palle!! comunque anche le donne ci pensano, eccome se ci pensano, solo che appunto se sono troppo esplicite con gli uomini passano per zoccole e non è cosa buona e giusta…si insomma è un casino…

        • albino giovedì 10 febbraio 2011 alle 7:01 am

          Beh siculo era solo un modo di dire! Era per via dell’idea di maschio dominatore che mi hai tirato fuori sia qui, sia nell’altro post… ti assicuro che non ho mai visto un maschio del nord ragionare come te!
          Mi sono sbagliato, sorry… 🙂

  8. Peonarludo giovedì 10 febbraio 2011 alle 3:03 am

    Cavami una curiosità…….

    Perchè ogni foto di meteochan pubblicata su questo sito è scattata alle 7:56 ?????

    sento che c’è qualcosa sotto………….

  9. Laura giovedì 10 febbraio 2011 alle 4:36 am

    Ma invece fare quello che uno si sente senza falsa morale o pippe mentali varie?!! (scusate il francesismo) sarebbe troppo difficile?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: