Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Waterloo

Cari Amici di Maria (di albino no?),

Lo so che non scrivo piu’ un post serio da qualche giorno, pero’ purtroppo anche oggi mi sa che…. ma cominciamo dall’inizio.

Ieri sera sono dovuto uscire con alcuni big bosses dell’ufficio vendite. Ripeto il concetto per i non udenti: ufficio vendite, venditori giapponesi. Ci siamo capiti, no? E’ cominciata a sashimi e sake, per poi finire a whisky versato da ragazzine semidiscinte, e qui e’ meglio se non vi raccontiamo oltre. Sono tornato a casa a mezzanotte passata, distrutto.

Vien da se’ che questa mattina mi son svegliato e ho trovato l’invasor* (dentro di me). Sono arrivato al lavoro senza aprire gli occhi, non so neanche come ho fatto. Immaginate poi la produttivita’ della giornata: collassato sulla scrivania. Ma qua una scrivania si e una no e’ tutto cosi’, e la mattina la coda al cesso non e’ per cagare: e’ per sboccare i bagordi della notte precedente. Il Giappone la mattina e’ un campo di battaglia.

Ma non pensiate che la cosa sia un male: anzi, mostrarsi distrutti la mattina e’ segno che la sera prima si e’ andati fuori a bere, mostra che sei un buon lavoratore che ci tiene ai colleghi, che dona il suo tempo ma anche il suo fegato e i suoi polmoni alla causa aziendale.

Detto questo, torno nella catacomba da cui sono venuto. Amen.

 

Annunci

15 risposte a “Waterloo

  1. Gico78 martedì 22 febbraio 2011 alle 5:23 pm

    Ma se uno è astemio,viene visto dai colleghi come un reietto? Non viene neppure assunto?

  2. albino martedì 22 febbraio 2011 alle 5:27 pm

    Non viene assunto credo. Infatti me l’hanno chiesto al colloquio.

    • Max Puliero martedì 22 febbraio 2011 alle 5:37 pm

      due miei carissimi amici sono astemi e per partecipare ai festini aziendali li hanno “obbligati” a cominciare ALMENO a fumare per essere un po di compagnia. haahah

    • TopGun martedì 22 febbraio 2011 alle 7:10 pm

      Quindi se uno sul CV ci mette un esperienza di lavoro pluriennale a Dublino è ben visto dai recruiter Giaponesi? 😀

    • Gico78 martedì 22 febbraio 2011 alle 9:10 pm

      Bene,almeno questo è un punto a mio favore!Vengo da una terra nota per i suoi vini e i suoi bevitori di vini,confinante alla tua regione di origine… E confidando nella scarsa capacità di reggere l’alcool dei giappi potrei riuscire a stenderne parecchi…

      • albino martedì 22 febbraio 2011 alle 9:37 pm

        Non credere. Sul vino, beh di sicuro. Ma con sake e whisky si gioca a casa loro.

        Stesso motivo per cui loro non riescono a finire una pizza da soli, mentre mangiano ‘ste ciotole immense di riso e noi non ce la facciamo (io in mensa al lavoro mangio quelle piccole, quelle che prendono le ragazze. Anche con tutto l’impegno se ne prendo una “da uomo” ne avanzo meta’!).

  3. elisa martedì 22 febbraio 2011 alle 9:52 pm

    caspita…beh niente male, anzi, contando che qui a sorpresa invece ti fanno gli esami della transaminasi per vedere se bevi…certo che il sakè se non si è abituati ti stende subito!

  4. ivabellini martedì 22 febbraio 2011 alle 10:06 pm

    una bella Nux vomica 200K in dose unica e via a pedalare altro che balle, plandrun!! 🙂

  5. albino martedì 22 febbraio 2011 alle 10:28 pm

    Eh non sono piu’ er ghepardo de na vorta…

  6. Chiara mercoledì 23 febbraio 2011 alle 12:38 am

    …ed ecco che ritorneranno utili questi ultimi cinque anni di Università in Friuli….

  7. Daniele mercoledì 23 febbraio 2011 alle 2:08 am

    no da noi non è proprio così!!! magari lo spirito di squadra fosse ‘incentivato’ e sentito allo stesso modo anche in Italia…

  8. Alessandra in Paris mercoledì 23 febbraio 2011 alle 7:46 am

    Nux vomita, dicevi Ivabellini?
    🙂
    Io son semi astemia, quindi manderei il mio curriculum in Giappone chiedendo un lavoro part-time

    🙂

  9. forzalube mercoledì 23 febbraio 2011 alle 12:00 pm

    E se uno si rifiuta di fare il festino aziendale? Io non bevo ed in un posto dove non sia vietato fumare non metterei piede nemmeno se mi pagassero a peso d’oro.
    A proposito com’è la legislazione sul fumo in Giappone? Ci sono le aree per non fumatori nei locali pubblici? E nei posti di lavoro come funziona?

    • albino mercoledì 23 febbraio 2011 alle 12:16 pm

      Ma guarda, se non fumi qui non credo ti diano neanche il visto di ingresso… Lol!
      Cmq se non vuoi andare in locali dove si fuma esiste sempre il bento da mangiare in strada… Ahahah!

      • forzalube giovedì 24 febbraio 2011 alle 12:17 pm

        Non so se verrò mai a fare il turista in Giappone, però, battute a parte, come funziona?

        In metropolitana e sui treni è vietato fumare?
        Nelle scuole?
        In ufficio?
        Nei musei?
        Negli ospedali?
        ecc…

        E’ vero che ci sono dei posti dove è vietato fumare all’aperto?

        Dai su, fammi il quadro generale su come funziona la legge (che poi immagino i giapponesi la rispettano)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: