Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Archivi giornalieri: mercoledì 23 marzo 2011

Coerenza 2011

Cari lettori, mi sono rotto di scrivere della stampa italiana. On the serious: sul serio. Ma e’ che me le tirano fuori con le pinze e le tenaglie, appena cerco di cambiare discorso ecco che… zak! rispunta il deficiente di turno che mi va a scrivere su Repubblica o sul Corriere che una fantomatica nube sta arrivando in Italia. Non una nube: LA nube. Quella tossica, quella di Fukushima.

LA nube. Quella che parte da Fukushima, snobba bellamente Tokyo e invece se ne va fischiettando verso nord-nord ovest, sopra il continente russo, va su su e si fa tutta la Siberia, per poi salire verso il polo, ridiscendere in Islanda, imboccare una rotonda, fuori alla terza uscita, passare sopra la Francia, e poi imboccare la Via Maestra e andare a finire dritta dritta in Italia. Oppure si fa il giro per gli Stati Uniti, coast to coast, chi lo sa. Ma guarda te che sfiga, esplode un po’ di idrogeno sul tetto di una centrale in Giappone, e morite voi. Butterfly Effect di merda.

Speriamo almeno che LA nube faccia qualcosa di buono, visto che ormai il danno e’ fatto. Non so tipo intrufolare qualche molecola di Cesio 131 o di Rabarbaro 184 nei testicoli di questi giornalisti e renderli incapaci di riprodursi. Sempre che, ahinoi, non l’abbiano gia’ fatto.
LA nube: sembra un film di Hitchcock.

Sempre restando in Italia, non so se ricordate questo mio vecchio post sulla conquista francese a colpi di acquisizioni aziendali in Italia. Ditemi che sono uno sborone, ma ero stato profeta. Forse un po’ facile profeta, vabbe’, ma sempre profeta insomma. Vedrete le prossime, mentre I nostri politici stanno lì a tergiversare discutendo se proteggere o no le aziende italiane, la quota di lactalis in parmalat aumenta ora dopo ora. BRAVI! Fra poco i galletti si comprano anche Alitalia e FS. E dire che gli abbiamo insegnato a leggere e a scrivere noi. Tsk.

Ma la notizia del giorno credo sia che… albino torna in Italia!
Fermi tutti: non e’ come sembra (tipica frase da quando la moglie ti becca a letto con un’altra, lol). Non sto tornando a casa per le radiazioni, ma per qualcosa di molto piu’ terribile e dalle conseguenze irreparabili, ovvero il matrimonio di un amico d’infanzia, di cui sono il testimone di nozze. Il biglietto era stato acquistato in novembre, ben prima di ogni sospetto, se non ci credete vi mando lo screenshot del biglietto. (dopo che l’ho usato, senno’ qualcuno mi ciula il posto, gia’ lo so. ‘stardi).

La cosa da ridere e’ che torno con… Alitalia! Quindi, non solo ritorno in Italia dopo aver sparato merda a cannonate sugli italiani che sono andati via, ma pure dopo tutte le mie filippiche contro Alitalia… torno con loro! Cioe’, gente: il massimo della coerenza. Ma che volete, risparmiavo 200 euro, per cui ho deciso di dare un’ultima possibilita’ alla compagnia di bandiera, poveretti. Mal che vada gli tiro altre quattro bestemmie, dodici maledizioni e un paio di post indiavolati nel blog.

Certo che sono proprio un Merda, ahah! Con la coerenza che mi distingue, dovrei scendere in politica!

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: