Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Il secondo requisito

Per la gioia dei lettori, continuiamo anche oggi questa menata della ricerca del Graal del Viaggiatore di albino. Durante il primo episodio abbiamo di fatto falciato tre quarti di pianeta mettendo paletti atroci sul clima, e in particolare sui mesi invernali. Vediamo se oggi albino riuscira’ a mettere una pietra tombale su questa inutillima ricerca gia’ da oggi con un nulla di fatto.

Il requisito di oggi riguarda il tipo di citta’. A me piacerebbe vivere in una citta’ grande abbastanza da avere un sistema dei trasporti sviluppato (metropolitana, etc) con cui spostarsi, una bella vita notturna, un aeroporto internazionale a portata di mano. Io sono un fan dei ristoranti, mi piace andare a mangiar fuori: voglio un posto in cui ci siano ottimi ristoranti. Inoltre, questa citta’ dovrebbe permettermi uno standard di vita decente; non come qui a Tokyo dove se guadagni meno di quattromila euro al mese ti tocca vivere in 20mq e star li’ a contare il centesimo senno’ a fine mese non avanzi nulla. Questa citta’ poi dev’essere un posto culturalmente vivo: non come Brisbane che, con tutto il rispetto, ha 75 anni piu’ di mia nonna – e si vede.

Inoltre questa citta’ dovrebbe essere vicina al mare, dovrebbe permettermi di andare in spiaggia d’estate. Migliore la spiaggia, piu’ alto il punteggio, ma attenzione: dev’essere spiaggia vera e accessibile. Non come Tokyo, che e’ affacciata sul mare ma devi fare due ore di treno per andare al mare, per trovarti comunque in una spiaggia che fa orrore (sabbia fangosa, mare sporco, docce assenti, meduse ovunque, giappine vestite e coi guanti, ecc.) ed e’ utilizzata solo a luglio e agosto, mentre se vai in giugno o settembre non trovi manco il cane. Ma non serve andare fino a Tokyo per vedere i paradossi di citta’ sul mare che promettono tanto e mantengono poco. Basti pensare al mio paesello nel veneziano, che e’ a soli 8km in linea d’aria dal mare, ma per andare in spiaggia bisogna farne 50 di macchina, visto che nessuno ha pensato di fare uno stronzo ponte o una minchia di linea ferroviaria che collegasse Jesolo lido con in resto del mondo civilizzato. E stiamo parlando della seconda meta balneare d’Italia per afflusso di turisti dopo Rimini-Riccione: una linea di treno da Mestre costava tanta fatica, con tutti i milioni di turisti che passano di li’ ogni estate, e le comitive di turisti diretti a Venezia d’inverno?

Comunque sia. Ora abbiamo altri elementi per definire il Graal del Viaggiatore di albino. Secondo me non abbiamo falciato proprio tutto il mondo: di citta’ appetibili ce ne sono ancora parecchie. Nessuno che se la sente di farsi avanti e suggerire una potenziale candidata?

Advertisements

42 risposte a “Il secondo requisito

  1. S. mercoledì 27 aprile 2011 alle 3:45 pm

    Forse mi sono perso qualcosa, ma a sensazione direi Barcelona.
    Ciao
    S.

  2. Ramal mercoledì 27 aprile 2011 alle 4:03 pm

    Per il momento non ne ho idea,pero’ posso dirti che sicuramente il Giappone non è questa meraviglia di posto per vivere.Sono appena tornata ho visto Tokyo ma pochissimo,sono stata in una città più a sud e che dire…A parte che ero l’unica italiana a giro per la città,la gente ti guarda come un’aliena,fino alla sera tardi non c’è nessuno per strada,vestono tutti uguali e hanno la stessa espressione depressa,nei negozi o nei ristoranti fanno delle cerimonie a cui ancora non ho capito se devo rispondere o no,non ho ancora capito se si puo’ fumare per strada e gli stranieri che ho visto a Tokyo erano talmente uniformati che sembravano giapponesi.Anche tu sei diventato così?:D
    Un saluto.
    Comunque ci torno.
    Riguardo alla città…non ne ho ancora vista una così.
    Ciao;)

  3. Tonari mercoledì 27 aprile 2011 alle 4:09 pm

    Giappine vestite e coi guanti???

    Ma in che spiagge vai…

  4. Molly M. mercoledì 27 aprile 2011 alle 4:21 pm

    Beh… anche io avrei detto Barcelona… ma se ti dovessi dare un consiglio per quanto riguarda la Spagna rinuncerei al mare e opterei per Madrid.

  5. kirin mercoledì 27 aprile 2011 alle 7:45 pm

    direi Honolulu o San Francisco. che ne pensi?

  6. Atestaingiù mercoledì 27 aprile 2011 alle 8:18 pm

    La butto lì… Taipei?

  7. rob mercoledì 27 aprile 2011 alle 8:40 pm

    gli italiani hanno gia’ scelto e la risposta sarebbe :barcellona , la citta’ con piu’ italiani residenti al mondo…

    ne metto altre due :l’argentina idealmente non mi piace ma forse buenos aires rientra nei parametri , clima , cultura ,bella citta’ , ristoranti , una popolazione di giovani da tutto il mondo per via del costo della casa vantaggioso
    contro:non ha spiagge…

    berlino , rientra alla grande nei tuoi parametri (a parte la spiaggia …)

  8. rob mercoledì 27 aprile 2011 alle 8:46 pm

    forse non centra ma per me il posto ideale sarebbe una nuova citta’ costruita su delle piattaforme gallegianti accanto a venezia …

  9. kiruccia mercoledì 27 aprile 2011 alle 8:54 pm

    Anche io ho pensato subito a Barcellona…
    cultura: celo
    inverno ma non troppo: celo
    sistema di trasporti sviluppati: celo
    mare: celo (la spiaggia non è granché, ma neanche male, essendo praticamente in città)
    cibo buono: celo
    prezzi onesti: celo
    e poi è piena di negozi, locali, c’è uno stadio (partite e concertoni), c’è un parco di divertimenti, un acquario, uno zoo (quindi va bene per tutte le fasce d’età)

  10. elisa mercoledì 27 aprile 2011 alle 9:29 pm

    non ho girate cosi tante città al mondo da poter dire si è questa, anche perchè io odio le città, ma per quelle che ho visto direi anch’io barcellona…

  11. Liven mercoledì 27 aprile 2011 alle 10:07 pm

    Malaga in Andalusia!
    Ha il mare davanti, il clima è favoloso, la storia…Bhè è la città di Picasso, vita notturna…dipende da cosa intendi per la suddetta ma in Spagna tendono a divertirsi e anche tanto! Spiagge…Lamentati, hai davanti la costa del Sol!?Metropolitana…C’è! Mangiare si mangia veramente bene soprattutto le tapas che sono i loro aperitivi e calcola che è proprio una semi-cena dato che mangiano verso le23.30…
    Anche Siviglia non l’ho trovata malaccio anche se la mia preferita per le follie notturne è stata Jeres dove siamo andati in una chiesa sconsacrata trasformata in discoteca…
    Albino ma sincero però…Non è che stai facendo un sondaggio perchè sei stufo di Tokio e stai cercando altri lidi? Perchè il Santo Graal mi sembra un filo troppo dettagliato 😉

  12. The Witch Of Oz mercoledì 27 aprile 2011 alle 11:03 pm

    hahahaah scommetto che sei andato a Kamakura!
    Io li ho pensato la stessa cosa!
    ecco quindi il tuo secondo requisito, necessario anche per me dopo il clima (comincio a pensare seriamente che io e te abbiamo troppi punti in comne nel modo di pensare): La metropoli.
    Mi piace vivere in un posto dove se esco di casa vedo persone.
    Mi piace uscire di casa e trovare negozi, ristoranti e luoghi di ritrovo.
    Mi piace vivere in un posto dove fanno concerti, mostre ed esposizioni varie.
    Ci vuole anche il mare (ci sono cresciuta e se non vedo il mare mi sento chiusa, infossata e sto male :D), mi piace passare il tempo a passeggiarci, andarci con gli amici, andarci a mare.
    Ci vuole la metro e un servizio di trasporti buono, con metropolitana.
    A primo acchitto ti posso dire che la MIA Metropoli Graal potrebbe sembrare Melbourne:
    grande metropoli, 7eleven ovunque, bel lungofiume nel CBD dove c’erano dei localini e dei ristoranti favolosi, passeggiavo per la spiaggia di S.Kilda, visitavo mostre e c’erano teatri. Il servizio trasporti è ottimo. L’unica pecca, ripeto è il clima.
    Sydney la batte, sia per spiagge sia per clima.
    Però come traporti e come lifestyle no.
    Indecisione indecisione…
    Aspetto i tuoi altri criteri di valutazione 😉

  13. Zeta mercoledì 27 aprile 2011 alle 11:30 pm

    Non avendo viaggiato molto non ho visto molte città,ma leggendo questo post mi è venuta in mente Palma de Mallorca.
    Mare stupendo,trasporti buoni (ha anche la metro ma non l’ho provata),vita notturna che te lo dico a fare siamo nelle baleari,se non sbaglio l’aeroporto è internazionale,buoni ristoranti e cultura ma forse il clima estivo è un pò caliente.Un altro problemino è che durante le vacanze si riempie inverosimilmente di tedeschi!
    Cmq per quanto riguarda Jesolo è la stessa domanda che mi facevo io mentre mi cuccavo code assurde:ma un ponte??

  14. Max mercoledì 27 aprile 2011 alle 11:53 pm

    Ahah, nn lo troverai mai. Anzi quando lo troverai ci andrai a vivere e ti romperai le palle pure li. lol

    Buonafortuna!
    Io cmq dico sanfrancisco o sandiego.

  15. Gico78 giovedì 28 aprile 2011 alle 12:19 am

    4keuro al mese per vivere sereni a Tokyo?? E’ una stima realistica o hai volutamente esagerato il numero?

    • albino giovedì 28 aprile 2011 alle 7:04 am

      A Tokyo si vive bene anche con due, e conosco gente che viveva con meno di mille… dipende da quale stile di vita vuoi!
      Se vuoi vivere in centro in zone convenienti (bordo yamanote a sud, minato-ku, shibuya-shinjuku, etc.), andare a mangiare in ristoranti carini, se vuoi mangiare italiano cucinato da te (e non instant noodle) a casa, se vuoi farti la serata “Rio de Janeiro” a locali con gli amici a Roppongi, ecc. ecc. ecc… comprarti da vestire e via dicendo, ma soprattutto dare un senso alla tua esperienza in Giappone, e magari riuscire a metterti via un millino al mese… beh, quattro-quattro e cinque e’ la cifra minima cui devi guardare!

  16. Daniele giovedì 28 aprile 2011 alle 2:10 am

    Vai a Città del capo in Sudafrica! così, a bruciapelo… in realtà non la conosco nei vari aspetti, ma non mi viene in mente altro! Oppure vai a Marsiglia, o boooo… quindi devo supporre che tu prendi più di 4k neuri al mese?!? Mastcio can

  17. Atestaingiù giovedì 28 aprile 2011 alle 3:34 am

    Beh, gli stipendi sono piuttosto alti, no?
    Spulciando in giro per Internet, pare che albino dovrebbe effettivamente guadagnare circa 3500euri al mese… Ho preso una cantonata o è effettivamente così?

  18. Alice giovedì 28 aprile 2011 alle 4:59 am

    Valencia? ha un sacco di caratteristiche da te descritte e per i nostalgici dei luoghi umidi ha pure una laguna a pochi chilometri di distanza 😉

  19. The Witch Of Oz venerdì 29 aprile 2011 alle 5:05 am

    ma davvero, florida e california mai prese in considerazione?

  20. Pingback:Il quarto protocollo « Come sa di soja lo riso altrui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: