Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Quo usque tandem, Berlusconi

Non so se avete letto o sentito, ma mentre il nostro premier e’ intento a raccontare barzellette, quello giapponese ha rinunciato al suo stipendio da primo ministro fino a quando la situazione a Fukushima non sara’ risolta. E’ un po’ come se Iervolino e Bassolino avessero rinunciato ai loro stipendi fino alla soluzione della crisi dei rifiuti di Napoli (e questa no, non e’ una barzelletta).

Inoltre, il governo giapponese si e’ impegnato a rivedere totalmente la propria strategia energetica, la quale – lo ricordiamo – prevedeva di portare il nucleare a coprire il 50% del fabbisogno del paese entro il 2030. Ora invece hanno cambiato rotta (e vorrei vedere): via il nucleare e massimo investimento nelle energie rinnovabili. Finalmente. Ricordiamolo: stiamo parlando dei giapponesi, gli stessi che dopo il terremoto hanno ricostruito un pezzo di autostrada in sei giorni. Questi nel giro di due giorni se ne sono gia’ venuti fuori con un piano alternativo al nucleare, che prevede la costruzione di centrali eoliche nelle ventosissime e semideserte coste a nord dell’Hokkaido, dove spira tanto vento da superare l’attuale produzione derivata dal nucleare. Ci voleva tanto?

Nel frattempo, a Bananaland che succede? Beh, a Bananaland il presidente del consiglio infuoca il dibattito politico con dichiarazioni azzeccatissime, quando afferma che i magistrati sono un cancro e che gli oppositori non si lavano. Ah, e poi avanti con la solita solfa della patrimoniale, questi nemici immaginari che bisogna sempre tirar fuori per buttarla in rissa. Ormai ricorda Wanna Marchi quando prevedeva il malocchio alle vecchiette per vendere rametti d’edera e sali magici.

Ma meglio di lui per una volta sono riusciti a fare altri suoi alleati, tipo il sempre pacato Bossi, che non sapendo che altro dire ha dato dello stronzo a Fini, oppure il grandissimo La Russa, il quale ha scambiato il parlamento col concorso di Miss Italia, dichiarando che le parlamentari di sinistra sono dei cessi. Che tra l’altro se la bellezza fosse un requisito per la politica, lui sarebbe il primo a levare le tende.

…Dimentico qualcuno? Ah, la Moratti ieri mi pare abbia dato del ladro a Pisapia. Giusto, si. E dire che una volta ci si lamentava perche’ i politici parlavano troppo in “politichese”: Ora invece raccontano barzellette, inventano storielle, ma soprattutto si esprimono come vecchi da bar di paese (bestemmie comprese, apprezzamenti sulle donne compresi). Mi sa che era meglio prima.

E dire che io sarei di destra, in teoria. Ma come si fa a sopportare certa gente finta, di plastica, certo schifo populista, certo opportunismo becero, vuotezza di idee e pochezza di intenti, bassezza morale e ingordigia di casta? Cioè, la Santanché la prenderei a schiaffi io, figurarsi uno di sinistra.

Non so a voi, ma a me si spezza il cuore quando penso che siamo passati da “quo usque tandem abutere” a “Fini e’ uno stronzo”, e da “Cartago delenda est” alla barzelletta sulla Bindi.

Annunci

26 risposte a “Quo usque tandem, Berlusconi

  1. arisio giovedì 12 maggio 2011 alle 2:43 pm

    Asesso arriva l’Ermete Realacci versione JP a urlare contro lo scempio delle coste dell’Hokkaido……..

    A.

  2. Molly M. giovedì 12 maggio 2011 alle 4:30 pm

    Beh essere antiberlusconiano non vuol dire essere necessariamente di sinistra, quindi puoi continuare a pensare di essere di destra e sentirti a posto con la coscienza. Per ovviare a questo problema di identità politica nella città di Latina hanno fondato il partito “fasciocomunista”.

    Comunque la notizia di Naoto Kan ha fatto il giro della rete, non so in tv se si sono degnati di dire qualcosa… ma in genere le notizie principali sono quelle inerenti ai reality show…

    • albino giovedì 12 maggio 2011 alle 4:39 pm

      Molly, io non sono antiberlusconiano, sono anti-questi-comportamenti. È ora che vada a casa non per quello che è, ma per quello che (non) ha fatto e per la corte indegna di cortigiane e leccaculo che ha messo al potere.

      Io Berlusconi alle ultime l’ho votato, figurati. Ma non ha fatto che stronzate, dal giorno dell’elezione in poi, per quello gli sono contro adesso.

      • rob giovedì 12 maggio 2011 alle 4:56 pm

        ma il fatto che gli ‘altri’ magari formalmente piu’ presentabili
        nella sostanza sono qualitiativamente identici…
        (e ti garantisco che il berlusca è stato sputtanato per via
        interessi internazionali…come se quelli del pd non andassero a puttane
        e non facessere eleggere le ‘amanti’…sigh!)

        ma poi è tanto questione di questione di persone e mentalita’ e ethos
        tipo a me galan sta e è sempre stato sulle palle …pero’ probabilmente
        come politico lo voterei se fossi in qualsiasi regione a sud di roma
        (e non servirebbe a nulla perchè si troverebbe in una realita’ irroformabile
        che va’ avanti con logiche e prassi incepibili per un ‘nordico’…)

        • kamamuri giovedì 12 maggio 2011 alle 11:51 pm

          No guarda, non ci siamo proprio…
          1. anche fosse che gli altri non sono presentabili, non sarebbe un buon motivo per sopportare questo vuoto intellettuale imposto dal berlusconismo.
          2. Ti ricordo che a) Sircana è stato sorpreso a chiaccherare con un trans o una prostituta (probabilmente discutevano il prezzo…) e si è DIMESSO b) Marazzo, vittima di un tentativo di estorsione, anch lui beccato con un trans, non solo si è dimesso ma è sparito dalla faccia del pianeta politico per almeno 1 ano (!)
          Quindi per favore non diciamo che berlusconi è come gli altri perchè non è così. Lui ha eretto a norma le peggiori storture del nostro sistema e ha anche il coraggio di chiamarle “riforme”. Per non parlare degli incompetenti di cui si è circondato: letteralmente gente che non sa di cosa parla.

          • rob venerdì 13 maggio 2011 alle 1:30 am

            Caro compagno , berlusca non è come gli altri è meglissimo degli altri : 1) ha costruito un impero mediatico quasi dal nulla
            (anche pagando moneta sonante i giudici comunisti)
            2) è l’uomo piu’ ricco del paese
            3) a quasi 75 anni fa dei festini che quasi neanche rocco siffredi
            gli sta’ dietro e questo con un pene bionico (ha una protesi che mettono agli operati di prostata che funziona essenzialmente a pressione…) che gli permette erezioni di ore e ore …si è fatto mezze prostitute del lombardo veneto senza prendersi l’aids!!
            RTLf
            4) capisco che stando all’estero magari ad albino gli ‘ruga’ il rappresentante istituzionali sputtanati a mezzo stampa …e la gente benpensante alza il sopracciglietto pensando ‘italiano canaglietta’ …ma suppongo il giapponese medio invidi profondamente in segreto la follia di silvio…

            Pero’…dall’altra del mondo civile e ben accostumato chi abbiamo? OBama il nobel per la pace a misusa di missili cruise
            e bombe termobariche ? Sarkocazzo , suvvia…ecco forse i tedeschi stanno messi meglio concordo…
            Qua si fanno gli sputtanamenti mediatici a mezzo stampa internazionale solo perchè il governo italiano tentava di smarcarsi un po’ dall’alleato (leggi padrone americano) e sulle
            bombe al uranio che polverizzano i negretti poveracci inconsapevoli o le bombe termobariche che li bruciano e soffocano vivi (e chi la c’era c’era )su quello no l’uomo occidentale sviluppato e civile non batte ciglio , tanto lo facciamo per esportare la democrazia no ? per civilizzarli…
            http://www.globalresearch.ca/
            http://www.eurasia-rivista.org/

          • rob venerdì 13 maggio 2011 alle 1:38 am

            a tra l’altro nota che il Pd è favorevolissimo alla guerra
            perchè si è messo da tempo al servizio degli usa delle grandi
            lobby finanziarie americane…gia’ dal tempo dell’ (eccelso) governo prodi , quello che ha inventato i contratti per prostrare e umiliare un paio di generazioni giovani …e privatizzare un po’ di roba
            pubblica italiana in pieno stile neoliberista…(leggiti ad esempio marco della luna come divulgatore e/o marcello de cecco se hai un minimo di infarinatura economico finanziaria)

      • Molly M. giovedì 12 maggio 2011 alle 5:14 pm

        Ok, diciamo che il termine “antiberlusconiano” è un po’ labile, non saprei se inquadrare una persona antibelusconiana contro l’uomo politico quale Berlusconi (che non è di fatto un politico) o contro il comportamento politico in generale (che comunque non è comportamento da tenere anche se non sei un politico). In ogni caso della nostra politica mi infastidisce che ci sia Berlusconi e poi tutti gli altri a prescindere da destra o sinistra, non esiste più l’inquadramento politico sotto forma di ideale ma solo come show. E molti pensano addirittura che ormai sia giusto così! -.-

  3. Girogio giovedì 12 maggio 2011 alle 5:01 pm

    Manca qualcosa, ma lo stile e le battute sono identiche a quelle di Crozza a Ballarò ieri sera: vi scambiate gl’appunti o avete stretto un sodalizio?! Bando alle ciance, i telegiornali statali ieri sera non hanno menzionato assolutamente il taglio allo stipendio del premier giapponese.

    • Nemo giovedì 12 maggio 2011 alle 6:08 pm

      E ti credo, chi fa autogoal informativo è ostracizzato dalla “sacra famiglia” ehm… a ragion del vero, della casta partigiana. Quindi poche vere news sui bombardamenti (già già è politica estera delicata sai come è una granatina quà una bombetta là, sotto casa, con tutto quel petrolio) e su notizie interne riguardanti l’attuale gestione di serie problematiche sostituite con il fiero giornalismo d’inchiesta sulle chiappette Middleton.

      Da un po’ quello che mi preoccupa maggiormante è il vuoto siderale che avverto nell’opposizione (esiste quella vera e concreta? Inteso anche come consistenza di numeri oltrechè di idee realizzabili?)

      Ieri (uno dell’opposizione a caso=Bersani) al TG è uscito con delle frasette sul “faremo” che …che …dai ca**o accendi un barlume di speranza, invece no aspettativa troppo alta.

      The show must go on, fino alla prossima pausa pubblicitaria.

  4. um giovedì 12 maggio 2011 alle 6:05 pm

    Mah, quella del taglio volontario dello stipendio mi fa un po’ pensare ai politici giapponesi che indossavano solo tute da lavoro nel periodo immediatamente successivo alla crisi di nucleare (cosa criticata anche da Kitano in non so quale trasmissione “satirica”), ma sui media giapponesi cosa dicono?
    Per Bananalandia c’è un’unica soluzione: scavare una gigantesca buca e sepellirci tutta la classe politica attuale(con i loro parenti) e il 30-40% della popolazione. Se non funziona, ripetere di nuovo.

  5. deniz giovedì 12 maggio 2011 alle 6:44 pm

    …ma in un tuo vecchio post si diceva che quelli di destra non sono portati per viaggiare e che vedi in giro per il mondo solo quelli di sinistra…com’è che tu sei di destra Albino? 🙂

  6. ivabellini venerdì 13 maggio 2011 alle 2:56 am

    scusa Albi ma quella tua stupenda visione mattutina delle previsioni meteo…è ancora li?

  7. Bosk venerdì 13 maggio 2011 alle 5:27 am

    Non vorrei sbagliarmi, ma lo stipendio di deputato e di premier di Berlusconi e’ sempre andato in beneficenza sin dal primo giorno in cui e’ entrato al Parlamento. Lui non voleva lo stipendio (e ci credo, mica gli serve :P) ma non era possibile rifiutarlo, percio’ lo devolve in beneficenza.

  8. Fermat venerdì 13 maggio 2011 alle 8:09 am

    xrob berlusconi e’ un mafioso, e’ il cancro della democrizia italiana con il suo baraccone di televisioni e di deputati comprati dalla mafia. In Italia con berlusca andra’ sempre peggio, meno liberta’ e piu’ disoccupati e furbetti che pensano sempre di farla franca.

    • rob venerdì 13 maggio 2011 alle 8:50 pm

      guarda che il cancro semmai saranno gli italiani che rendono possibile e fanno vivere questa classe politica (tutta)
      quello che ho descritto nel post albino è semplicemente il FILM che vogliono vedere gli italiani : i politici consapevolmente ‘cucinano’ quel film agli italiani…e gli italianipagano per vedere questo film andado a votare e ‘credendo’ in questi politici .
      Se agli italiani non piacesse questo film ,o il film gli annoiasse i politici dovrebbero cambiare film e magari occuparsi seriamenti di sistemi di mobilita’ moderni e funzionali come suggerisce albino sopra.

      I politici fanno semplicemente I LORO INTERESSI :
      e alcuno lo fanno meglio di altri.

  9. Akanishi au Québec sabato 14 maggio 2011 alle 12:16 am

    W Zapatero!!!

    rob, molto acute osservazioni ma se cerchi di dimostrare che i politici “sotto sotto” sono tutti come lui (e quelli che non lo sono vorrebbero esserlo), be’, col cavolo!
    Fatti un giro per un Paese qualsiasi, Egitto compreso, e vedrai che ci stanno ridendo in faccia tutti quanti. Si consolano così, guardando l’Italia.

    Sai qual è la differenza tra un Paese corrotto e un Paese sano? banalmente, nel Paese sano i corrotti vengono puniti! per via giudiziaria, per epurazione politica o al limite, col voto. non la passano liscia, perché il cittadino li sorveglia. Certo alcuni la fanno franca o magari ci riprovano, ma almeno stanno fuori dal giro per un po’, e anche gli altri ci stanno più attenti.

    I nostri, più fanno gli stronzi e più in alto salgono. Più condanne hanno e più si stringono a coorte. Poi si fanno le leggi-porcata per mantenere il controllo. E la gente continua a votarli o al limite si astiene, in un sussiegoso scetticismo, perché “tanto sono tutti così”. E ci sono anche quelli che “va bene tutto piuttosto che i rossi…”

    E bastonarli invece, una volta o l’altra? magari votando la parte opposta, o qualche outsider? se non altro per il valore catartico dell’azione, poi uno si sente meglio. no?

    • rob sabato 14 maggio 2011 alle 2:04 am

      no i politici non sono tutti come ‘lui’ sono tutti peggio di ‘lui’
      questo è il punto
      e questo non serve dimostrarlo , è un fatto!
      che in egitto o in argentina ridano di noi non me puo’ fregar di meno
      (e sono perfino piu’ schiavi degli usa dell’italia il che è tutto dire)
      perchè stanno decisamente peggio dell’italia da ogni punto di vista
      che poi germania o svezia siano piu’ civili , è noto e lo erano anche prima di ‘lui’
      e lo saranno anche dopo ‘lui’

      i politici non sono un casta , i privilegi apparenti di cui godono
      non sono gli stipendi le segretarie le pensioni (quelli sono i privilegi
      dei cosidetti peones) i veri privilegi sono che GEstiscono lo stato
      e parastato , le concessionarie pubbliche gli appalti ,
      gli affari immobiliari& energetici&infrastutturali GROSSI , nonchè la gestione
      delle banche di cui sono sempre collaterali , mai sentinto parlare
      di fondazioni bancarie? di nomine politiche nelle banche nei consigli
      di amminstrazione? i politici controllano piu’ o meno lo stato ma non attraverso
      i canali istituzionali ma attraverso il sottogoverno…
      (e ogni tanto escono anche gli scadali vedi caso protezione civile scajola ecc
      ma il sistema non cambia perchè non puo’ cambiare..perchè la gente la pensa come TE!)
      Quello che tu chiami la parte opposta è INDENTICA all’altra parte
      e ne è complementare ma se non lo vuoi/puoi accettare
      e la cosa non ti disturba puoi continuare a credere che ci siano
      i buoni o i buonini o magari grillo (che se non altro non fa parte del sistema ma è un falso profeta..)

  10. elisa mercoledì 18 maggio 2011 alle 9:21 pm

    credo semplicemente che in giappone sia stata fatto un gesto nobile che qui nessuno fa…solo questo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: