Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Elezioni, Brambilloni ed esperimenti sugli animali

Pisapia vince il primo round a Milano. I giornali riportano che nel PdL e’ in corso l’esame di coscienza, perche’ – dicono – si e’ radicalizzato lo scontro parlando troppo di temi nazionali e troppo poco dei problemi di Milano. Infatti, Berlusconi il giorno dopo dichiara “se vince Pisapia porta i centri sociali in consiglio comunale”… o una stronzata del genere, non ricordo bene. Senti maaaa… non bisognava parlare dei problemi di Milano? Non bisognava smetterla di radicalizzare lo scontro?

Dall’altra parte, il PD. A me, devo dire, Bersani sta simpatico. Mi piace soprattutto come ride di gusto quando Crozza lo imita. Solo che Bersani ha un difetto: non legge il blog di Grillo. Cosi’ quando dichiara che il M5S non puo’ restare bambino per sempre e deve decidere se stare di qua o di la’, dimostra di non aver capito che i grillini non vogliono allearsi per governare: vogliono solo installare webcam nei consigli comunali, sputtanare inciuci, fare pulizia, fare le loro proposte, fare casino in questa politica incapace e corrotta, eccetera. Se si alleano con qualcuno la prossima volta prendono lo 0%! (ma forse e’ quello che vuole Bersani).

Dall’altra parte, Fini e Casini che prendono briciole (soprattutto FLI, disastroso). Sfido io: qualcuno gli vada a dire che oggigiorno bisogna schierarsi, o di qua o di la’, o da nessuna delle due parti; ma dirlo chiaro e tondo, a una sola voce. Non si puo’ dire di essere di destra e contemporaneamente stare con Rutelli, e fare l’occhiolino alla sinistra. Fini doveva dire, chiaro e schietto: ci presentiamo da soli, col terzo polo, alternativi al PD perche’ siamo di destra, ma anche al PdL perche’ quelli sono populisti eccetera. Poi, per i comuni che vanno al ballottaggio, i nostri elettori scelgano se andare al mare o se votare il cazzo che vogliono, perche’ noi siamo alternativi a emtrambi gli schieramenti e se perdiamo non ci alleiamo con nessuno. Fine del discorso. Invece no: stiamo di qua, stiamo di la’, boh, chi lo sa, dipende da caso a caso, falchi, colombe, partito spaccato e menate varie. Gianfra’, non e’ che puoi farti votare sulla fiducia, se gli elettori non sanno dove vuoi andare non ti caghera’ mai nessuno!

In USA invece c’e’ Dominique Strauss-Kahn, il direttore dell’FMI (cioe’, tipo il Capo del mondo), che e’ stato arrestato per tentato stupro. Bello vedere come l’opinione pubblica sia spaccata tra quelli che sono sicuri che sia colpevole, e quelli che sono sicuri che sia tutto un complotto di Sarcosi’. Ricorda qualcosa? A me si. Bello soprattutto quando leggi in rete e scopri che la gente oggigiorno ha la verita’ in mano e sa tutto come se fosse stata presente in quella stanza (colpevolisti e innocentisti, tutti). Ma la vera notizia e’: minchia ma in USA per stupro ti danno 30 anni di galera?! In Italia non te li danno manco se fai una strage.

Nel frattempo passa in sordina la notizia che quest’anno il turismo in Italia segna meno 14,5%. Per fortuna che abbiamo il Brambillone li’, col capello infuocato e la coscia al vento. Andate a guardarvi il sito www.italia.it: una m-e-r-d-a, quattro informazioni in croce, inutili, non indicizzate su google, una vergogna. Il sito Dagospia proprio ieri denunciava che i B&B italiani sono di gran lunga l’accommodation preferita dai i turisti stranieri (e vorrei vedere: prezzi abbordabili, natura, cucina casalinga, alcuni poi sono bellissimi!). Ma naturalmente nel sito del Brambillone non vi e’ alcun accenno ai B&B: si parla solo di Venezia, Roma, Firenze, le solite cazzate che se ne voglio sapere basta che mi apra wikipedia e sono a posto. O che mi compri una lonely planet. Ma il bello del sito e’ il costo dello scherzo: sette milioni di euro, stando agli ultimi aggiornamenti. Io vorrei sapere, ma quanti server hanno comprato, ottocento? E chi li gestisce, un consulente della NASA? Conosco gente che l’avrebbe potuto far meglio con un paio di cento euri. Pero’ viene proprio da chiedersi chi sia l’azienda che si e’ inculata quei soldi, e in cambio di cosa li abbia presi, e chi sia quello dell’entourage del Brambillone che si e’ spartito le fette della torta. E’ una vergogna.

Ma forse non tutto il male vien per nuocere, cari lettori. Forse abbiamo trovato un modo per avere delle indicazioni importanti sulle effettive pulsioni sessuali di Stauss-Kahn, e finirla con questa insulsa diatriba tra colpevolisti e innocentisti.
Non e’ che qualcuno potrebbe chiudere per un paio d’ore il Brambillone nella sua cella?

Annunci

11 risposte a “Elezioni, Brambilloni ed esperimenti sugli animali

  1. Portinaio mercoledì 18 maggio 2011 alle 3:59 pm

    La Santanchè ha detto che se vince Pisapia vince la droga…poi arrivano i centri sociali! Se non è aria nuova questa! 😛

  2. cla mercoledì 18 maggio 2011 alle 4:10 pm

    in realtà italia.it è costato circa 75 milioni di euro

  3. rob mercoledì 18 maggio 2011 alle 4:48 pm

    ma la brambilla Strauss-Kahn se lo sbrana…ma vuoi mettere …
    uscirebbe dalla cella ancora insoddisfatta 🙂

  4. rob mercoledì 18 maggio 2011 alle 4:53 pm

    c’e da dire che sapere che le sorti economiche finanziarie del mondo siano governate
    da dei maniaci rassicura …sulla reale natura umana…

  5. Atestaingiù mercoledì 18 maggio 2011 alle 6:24 pm

    Oddio, il sito è ancora più osceno di quanto mi ricordassi…

    PS: “minchia ma in USA per stupro ti danno 30 anni di galera?! In Italia non te li danno manco se fai una strage.”
    Ecco, in questo dovremmo imparare da loro…

  6. Molly M. mercoledì 18 maggio 2011 alle 7:24 pm

    Mi trovo totalmente d’accordo con te su quello che avrebbe dovuto dire/fare Fini!

    Per quanto riguarda italia.it non è un sito ma un giro di soldi alla luce del sole italiano e basta, tutti lo sanno e tutti fanno spallucce perché “in Italia le cose vanno così” (ormai motto nazionale).

    Aggiungo con profonda amarezza che in qualsiasi Ministero, anche volendo occuparsi di progetti web minori pensati per un servizio effettivo, ho avuto il piacere di avere a che fare con presunti “webmaster” che non sanno neanche cos’è un database, la loro maggior fatica è di girare i dati di accesso a grafici ed editori (tutto personale rigorosamente esterno/freelance). Ogni entità assunta nei Misteri (dall’uscere al responsabile del reparto di turno) è stata addestrata a risolvere qualsiasi tipo di problema con un unica frase: “Non è compito mio!”.

  7. Liven mercoledì 18 maggio 2011 alle 10:02 pm

    Siti del turismo? Ne vogliamo parlare seriamente visto che sono “nata” nel settore? Con le regioni che non ti fanno manco le cartine, e i consorzi privati che devono gestire tutta la promozione da soli altrimenti il cliente lo trovi fermo al casello dell’autostrada? O vogliamo parlare degli eventi culturali che sembra siano stati fatti per una setta, perchè se no non si spiegherebbe perchè sono così poco promossi? Va va…Cmq quando ti va di venirti a rilassare sul Lago ( ormai penso tu abbia capito quale – fa molto cospirazione e oggi ci sta^^-) fai un fischio che, non ci sarà la vita di Tokio, ma siamo riusciti ad intortare anche D’Annunzio 😉
    salutoni!!!

  8. gracekellykitchen11 domenica 29 maggio 2011 alle 9:20 pm

    Strauss Kahn è riuscito a far sembrare persino Berlusconi una suorina di clausura timorata di Dio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: