Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Archivi giornalieri: mercoledì 3 agosto 2011

Quando parte la centrifuga

Cari lettori,

Lo so che non posso pretendere che siate tutti ingegneri, ma a dire il vero non avevo neanche messo in preventivo che foste tutti… come dire.

Cioe’, ma si e’ mai vista su questo pianeta una lavatrice appesa a un muro? lol. Alla faccia dell’ernia al disco mi vien da dire: perche’ se a uno viene il mal di schiena e per questo decide di inchiodarsi la lavatrice al muro, allora mi sa che il mal di schiena e’ solo il secondo dei suoi problemi…

Ma avete presente quanto pesa e che vibrazioni ti spara una lavatrice appena parte la centrifuga? Perche’, cari lettori, quando parte la centrifuga c’e’ poco da fare: se non hai imbullonato la lavatrice con viti a pressione da 30 cm sulla colonna portante di un grattacielo, va a finire ti ritrovi la suddetta lavatrice in salotto. O in giardino.

Allora. Per l’ennesima volta. Quella "lavatrice" che vedete nella foto in realta’ e’ il dryer, l’asciugatrice. In Australia (ma anche in Giappone) l’asciugatrice di solito e’ compresa nel prezzo dell’appartamento (visto che e’ imbullonata), un po’ come la cucina, frigorifero escluso, microonde escluso (insomma, quando affitti ti danno solo la roba che viene attaccata ai muri). La lavatrice invece te la devi comprare. Come forse potete intuire, quando ho scattato la foto la mia non era ancora arrivata (in realta’ me l’avrebbero consegnata tipo dieci minuti dopo aver scattato la foto. Se sapevo ne facevo un’altra…).

Sperando di essere stato, come dire, utile.

Con affetto,
albino.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: