Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

La domanda fatidica

Parlando per ipotesi, mettiamo che abbiate un amico che deve partecipare a una presentazione. Praticamente una riunione che dura un giorno, anzi a dire il vero un pomeriggio. Poniamo il caso che questa riunione sia in un paese straniero, tipo che ne so… il Giappone. Tanto per dirne uno.

Ora, converrete con me che andare per un giorno solo non ha senso. La riunione e’ al giovedi, ma bisogna anche prepararla, questa benedetta presentazione. E provarla, e tradurla in giapponese. Eh ma allora ci vogliono un paio di giorni, quindi bisogna andare il martedi. Solo che il volo di andata e’ alla sera, per cui se si vola lunedi sera si arriva martedi mattina. In quel caso, capirete che il martedi e’ andato. Quindi via, si vola domenica sera e si arriva lunedi mattina.

Ma anche in quel caso e’ un giorno sprecato (il lunedi): quindi tanto vale volare il sabato e arrivare la domenica, cosi’ il lunedi ci si presenta freschi alla sede giapponese e si puo’ lavorare da li’.

Uhm… ma allora, visto che si va il sabato, tanto vale volare il venerdi sera dopo il lavoro e arrivare li’ il sabato mattina, no? Che non fa male a nessuno, visto che si tratta del weekend. Un po’ di svago a Tokyo ci vuole, in fondo.

Dicevamo che la presentazione e’ giovedi. Dopo la presentazione si va fuori a cena coi (si spera) futuri clienti, e si ritorna venerdi, per essere a casa il sabato. Eh, ma a questo punto perche’ non allungare direttamente al weekend? Giusto: si puo’ partire sabato sera, e ritornare in Australia (ah… non ve l’avevo detto? Il vostro ipotetico amico abita in Australia) la domenica mattina. Pronti per essere al lavoro al lunedi.

…Ah, ma e’ vero! Si tratta di quel lunedi. Quel lunedi, fatalita’, e’ la festa del lavoro qui in Australia! I casi della vita eh, manco a farlo apposta. (!) Beh ma allora cambia tutto: in questo caso si puo’ tornare la domenica sera, arrivare in Australia il lunedi mattina, stare al cazzeggio il resto del lunedi e ripresentarsi al lavoro il martedi, freschi come una rosa.

Ora, quello che volevo sapere io e’: mettendo che abbiate un amico del genere, secondo voi quando questo vostro amico presentera’ al direttore un piano di viaggio da dieci giorni per una riunione di un solo giorno, quante possibilita’ ha questo vostro ipotetico amico di sentirsi mandare affanculo?

Annunci

18 risposte a “La domanda fatidica

  1. bazzigotti giovedì 15 settembre 2011 alle 4:02 pm

    Direi abbastanza,però se fosse uno “sportivo” ti potrebbe dare anche due giorni di ferie!
    In bocca al lupo.

  2. Michy giovedì 15 settembre 2011 alle 4:19 pm

    Ingegneristicamente..n!..:D

  3. elisa giovedì 15 settembre 2011 alle 4:54 pm

    sinceramente visto che sei di nuovo in australia, non mi stupirei se ti desse ragione e approvasse il tuo progetto! e spero per te lo faccia!!!

  4. Susanna tutta panna giovedì 15 settembre 2011 alle 5:02 pm

    Possibilità 10 alla terza. Ma per la “cazzoneria” dell’impresa, me lo sposerei all’istante questo amico.

  5. Marina giovedì 15 settembre 2011 alle 5:07 pm

    Per fortuna vivi in Australia…lavorassi ancora per l’azienda giapponese saresti partito il mercoledi sera per poi ripartire il giovedi sera…..magari riesci a farti un weekend lungo. Incrocio le dita per te, e comunque appena sei qui, se non ti fai vivo sei un uomo morto. (wow, che logica imprescindibile si cela dietro questa frase!!!)

  6. Fabiusli giovedì 15 settembre 2011 alle 5:21 pm

    “Ma quello giapponese è un mercato difficle bla bla, ci vuole preparazione bla bla, la presenza fisica è essenziale bla bla, la cena con i colleghi/clienti è parte integrante della strategia commerciale bla bla”… Vai albi, per me ce la fai. 😉

  7. Atestaingiù giovedì 15 settembre 2011 alle 6:46 pm

    Ma sei in Australia, no? Quindi è no worries… 😀

  8. S giovedì 15 settembre 2011 alle 7:04 pm

    beh tecnicamente il viaggio strettamente aziendale è 5 giorni… poi a lui cosa interesserebbe se tu stai li anche nei week end? non gli cambia niente no? secondo me dovrebbe accettare senza problemi!

  9. arisio giovedì 15 settembre 2011 alle 7:22 pm

    A parte ricevere addirittura proposte di matrimonio direi che il vero problema e’ quanto dovra’ sborsare l’azienda: se da imprenditore buono (non buon imprenditore) puo’ arrivare a concederti un paio di giorni per smaltire fatica (!) del viaggio e preparazione, dovrai far valere il fatto che volando in giorni non lavorativi con orari sbilenchi puoi far risparmiare tanto quanto possa compensare i giorni passati a cazzeggiare….se la nota spese alla fine rientra nella stima prevista per i giorni “ufficiali” puoi farcela……non ci credo manco io, ma tant’e’…

    A.

  10. Tonari giovedì 15 settembre 2011 alle 8:15 pm

    Hai mai pensato di farti assumere dalla regione Basilicata?

  11. james76 venerdì 16 settembre 2011 alle 12:26 am

    SDirei che da come ce l’hai venduta il tuo programma è già fatto e approvato!! Posso dirti che augurarti buon lavoro mi sembra troppo? A me non concedono il tempo per tradurre il catalogo dal francese..:|

  12. kamamuri venerdì 16 settembre 2011 alle 4:16 am

    Ecco… il solito italiano che poi tanto paga pantalone! Quoto Tonari!

  13. Gianluca venerdì 16 settembre 2011 alle 11:39 am

    Facci sapere se ce la fai!

  14. Bonkgirl venerdì 16 settembre 2011 alle 7:35 pm

    ahahhaah! Vogliamo saperne di piu!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: