Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Tirando le somme di Melbourne

Di ritorno da Melbourne, vorrei sottolineare un paio di cose.

1) Come dico da quando c’ho messo piede la prima volta, quando c’e’ il sole Melbourne e’ la citta’ piu’ bella del mondo. E’ bella perche’ e’ piena di verde, e’ pulita come il Giappone, e’ piena di edifici interessanti, trasuda arte. E’ bella perche’ la gente che incontri per strada e’ bella, rilassata, felice. E’ bella perche’ e’ tutto a portata di mano, con i suoi tram che vanno ovunque. E’ bella perche’ se ne inventano sempre una di nuova. E’ bella perche’ c’e’ la formula uno, e il motogp, e gli open di tennis, e la Melbourne cup, e il footy, e il comedy festival… e ogni volta che ci vai ci trovi qualcosa di nuovo. E’ bella perche’ ha un parco immenso in pieno centro che sembra una citta’ nella citta’. Ma soprattutto, e’ bella perche’ e’ una citta’ che ha un’anima – l’unico posto in Australia che ce l’ha.

2) Come dico da quando c’ho messo piede la prima volta, quando c’e’ il sole Melbourne e’ la citta’ piu’ bella del mondo. Peccato che il sole adesso c’e’ e fra cinque minuti non c’e’ piu’, e poi ritorna, e poi piove, e poi torna accompagnato dal vento gelido, e poi se ne va e arriva il secco, e via dicendo. Non so se sapete cosa si dice di Melbourne: ogni giorno ci sono quattro stagioni. Non ci si annoia mai, questo e’ sicuro, ma che due coglioni pero’.

3) Girando per Melbourne ho visto delle tope da paura. Non me le ricordavo cosi’. E non ci crederete, ma una o due erano perfino caucasiche!! A parte gli scherzi, le giappine e koreine e cinesine e viadicendo di Melbourne spaccano di brutto. Calza a rete in vista, minigonne con pancia fuori, roba che neanche a Tokyo… sara’ la primavera?

4) A Sydney nel frattempo e’ esplosa l’estate. Cio’ significa che (a) oggi sono al lavoro in maniche corte, e (b) domenica si va in spiaggione! Prima domenica di una lunga serie, cari lettori. Invidiatemi pure, tanto la cosa a queste distanze non e’ che mi tocca. Ho gia’ gonfiato la paperella in vostro onore, domenica si stende il telo sulla sabbia e ci si rivede lunedi!

5) Per vostra informazione sto iniziando a cercar casa. Sabato mattina inizio ad ispezionare appartamenti, e vi illuminero’ d’immenso nelle prossime settimane per spiegare come funzionano le cose da queste parti. Come ricorderete, il mercato immobiliare di Sydney e’ una cosa da film dell’orrore (in tutti i sensi).

Detto questo, mi ritiro per deliberare.

Annunci

12 risposte a “Tirando le somme di Melbourne

  1. Fabiusli venerdì 21 ottobre 2011 alle 5:29 pm

    Grazie Albino, proprio il post che mi serviva! Sto pensando di fare a Melbourne la seconda tappa del mio gap year, da gennaio a marzo 2012, perché mi sembra più vivace dal punto di vista culturale.

    Hai qualche altra dritta, tipo costo della vita, scuole di lingua?

    Vorrei fare un trimestre per perfezionare pronuncia e conversazione, cercando di mantenere l’accento neutro (anche se quello aussie non mi dispiace).

  2. S venerdì 21 ottobre 2011 alle 7:12 pm

    Leggendo l’ultima frase, mentalmente m’è partita la musichina di Forum…

    Sil resto non commento neanche 😦

  3. james76 venerdì 21 ottobre 2011 alle 8:00 pm

    Ddipende da dove ti ritiri per deliberare…..!! Buon riposo marino nel week end.

  4. elisa venerdì 21 ottobre 2011 alle 10:29 pm

    non potrei vivere a melbourne solo per il tempo…già impazzisco qui quando cambia due volte in un giorno, figurati ogni 5 minuti! pero’ se mai mi ricapiterà di tornare in australia, una capatina a vederla la farei volentieri! solo una domanda: perchè le giappine con le calze a rete sono fighe e a noi italiane con le calze a rete date delle troione? occhio che le rispolvero!!! 😉

  5. from uk sabato 22 ottobre 2011 alle 2:57 am

    casa a sydney o melbourne?
    é davvero così peggiore il clima di melbourne?Cosa intendi per anima?da fuori melbourne sebra più anonima di sydney(non perché non c’è l’opera house)

    • albino sabato 22 ottobre 2011 alle 9:00 am

      Un mio ex collega ha scritto l’altro giorno che l’Australia e’ la bionda delle nazioni: attractive, shallow, dumb. E’ un po’ il problema qui, la mancanza di storia, di “anima”. In Italia se cambi paese cambi paesaggio, dialetto, cibo, usanze – qua e’ tutto uguale, bene o male.
      Melbourne ha arte, Sydney ha la baia. Melbourne ha sport, Sydney ha la baia. Melbourne ha le callette piene di ristoranti, Sydney ha la baia. Capito come?

    • albino sabato 22 ottobre 2011 alle 9:03 am

      Riguardo al clima, non e’ cosi’ male. Le minime d’inverno raramente vanno sotto gli 8-9 gradi. Mediamente siamo sulle temperature della Sicilia, sulla carta – peccato che il tempo cambi ogni 5 minuti. Ad esempio, domani ci sono 27 gradi e lunedi ce ne sono 19. E poi c’e’ quel fastidiosissimo vento dall’antartide – a volte hai 28 gradi col vento gelido che arriva, quindi se stai al sole e’ estate, ma appena vai all’ombra ti serve la felpa!

  6. dfg lunedì 24 ottobre 2011 alle 12:09 am

    non ti seguo…. ma non l’avevi già trovata una casa?????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: