Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Pensierino della buonanotte

Il viceministro Martone: laurearsi a 28 anni e’ da sfigati.

Mai stato piu’ d’accordo in vita mia. Gia’ ai tempi dell’universita’ dicevo a chi rifiutava gli esami che un anno di ritardo della laurea non vale e non varra’ mai il voto di laurea, manco fossero 20 punti di voto. Meglio laurearsi con 90 a 25 che con 110 a 26, perche’ un domani quell’anno di universita’ varra’ oro.

E ve lo dice uno che ha la maggior parte dei coetanei anglosassoni del ’76 che a parita’ di laurea hanno iniziato a lavorare 3 anni prima di lui e sono un livello sopra lui, visto che nel resto del mondo a 22-23 anni sei gia’ laureato (e se non fai il PhD, il master degree nel mondo vero non serve a un cazzo).

Annunci

42 risposte a “Pensierino della buonanotte

  1. Laura martedì 24 gennaio 2012 alle 11:55 pm

    concordo…ho rifiutato solo un voto nella mia carriera universitaria…e me pentii amaramente…meno male che qui in UK non si può!!

  2. elicarmi mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:00 am

    guarda concordo, ma è anche il sistema universitario…conosco un ragazzo laureato a 25 anni in ingegneria sulle energie rinnovabili (perdonatemi ma non so come si chiami la facoltà precisa), ma non poteva laurearsi prima perchè quella facoltà non prevedeva che uno desse piu’ esami in un anno di quelli previsti…a me me pa’ na strunzata…

    • Liven mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:21 am

      Elicarmi c’è pure di peggio^^ Qui da noi ( e giuro non dico boiate ma cose certe e comprovate) i ragazzi ad ingegneria li fan tornare anche se sono ben oltre il 18 per testare se hanno “volontà”…Ho visto persone rifare esami 6-7 volte e poi sentirsi dire dal professore ” ma io la bocciavo solo per vedere se aveva voglia di studiare”. Cmq per la legge italiana se una laurea dura ex.3 anni non puoi laurearti prima dello scadere del 3° anno scolastico e non ti viene permessa la modifica dell’ultimo anno del piano di studi…Al max ti viene permesso di anticipare la tesi ma solo se sei ammanicatissimo!!!

      • elicarmi mercoledì 25 gennaio 2012 alle 1:20 am

        immagino Liven ci sia di peggio, ma già sta cosa mi sa da assurdo…se uno è un geniaccio o semplicemente studia come un matto, perchè non puo’ laurearsi prima? poi i professori alcuni dovrebbero essere denunciati a far ste cose, perchè se uno studia deve essere ricompensato…ma qui è l’istituzione universitaria italiana che permette certe cazzate…

  3. Liven mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:16 am

    Verissimo!!! Io per un problema di salute ( non ho MAI rifiutato un voto, ci mancava pure quella per ritardare ancora di più-.-‘) ho finito 3 anni dopo il previsto e ora nel mondo del lavoro sto facendo una fatica assurda…

  4. seilapeggiore mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:22 am

    sinceramente mi ritengo una sfigata,visto che ho 28 anni e mi laureo tra meno di un mese. non ho mai rifiutato voti in vita mia perchè non me ne frega niente della media, semplicemente ho avuto grossi problemi durante il percorso universitario, salute compresa, ma causati anche dagli svariati cambi e provvedimenti e cazzi e mazzi che ogni 3 mesi mi facevano cambiare piano di studi e professori e lezioni e orari e sedi e libri. ora personalmente avrei potuto fare meglio, ma quando non dipende da sè stessi ci si può fare poco e quest’affermazione mi sembra un pochino…generalizzante. beati voi che non avete avuto problemi.

    • albino mercoledì 25 gennaio 2012 alle 8:01 am

      Umanamente mi dispiace che tu abbia avuto problemi, ma ripeto il mio pensiero: se dovevi laurearti a 28 anni forse era meglio se ti costruivi una carriera al di fuori dell’universita’ e studiavi part-time, o no? A prescindere dai problemi, a 28 anni io non la chiamo laurea, la chiamo perdita di tempo prezioso.
      Non sono qui a giudicare nessuno (che poi e’ una battaglia persa contro l’arte italica di accampare scuse per giustificarsi… scusa il paragone, ma se sento dire “mi facevano cambiare piano di studi” mi ricorda tanto quell’altro “sono inciampato e caduto dentro la scialuppa”…), sto solo dicendo che a 28 anni uno dovrebbe essere un ADULTO, cazzo, non uno STUDENTE!
      E non e’ colpa dell’universita’: all’estero se uno non ce la fa a laurearsi molla tutto, entra nel mondo degli adulti e finisce con calma.
      Credimi, se vivessi in un paese “normale” ti sentiresti sfigata eccome… ma in Italia sei in buona compagnia, per cui bene cosi’.

      • The Witch Of Oz mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:03 pm

        beh è colpa dell’università se ti fanno fare 8 volte un esame (con appelli solo a settembre-febbraio e giugno!) per esempio….
        o come dice Liven: se becchi il Prof. che si diverte a tartassare gli studenti per vedere la loro voglia di studiare e ti fanno perdere tempo…
        Per tutto il resto, certo, sta a noi. Ma non significa che uno è “sfigato”. Certo se non hai mai fatto altro dalla mattina alla sera a parte studiare e non hai problemi nè a casa nè di soldi, allora si che lì comincerei a farmi delle domande…

        • albino mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:13 pm

          Ovvio ovvio, sempre colpa degli altri. Dell’universita’, dei prof, della sfiga, dell’Italia… solo che quello che dico io e’ diverso. Perche’ la laurea e’ cosi’ importante, piu’ importante della vita stessa?
          Invece di laurearsi a 28 anni, cercare lavoro e trovarsi neolaureato a 30, non era meglio magari mollare tutto a 22, trovarsi un lavoro, fare un esamino alla volta, magari laurearsi a 35 e trovarsi con la possibilita’ di fare lo scatto di carriera grazie alla laurea, con gia’ 13 anni di esperienza alle spalle?
          All’estero e’ cosi’ che fanno, non esiste che uno sta senza lavoro fino a 28 anni. A 20 sono gia’ fuori di casa, indipendenti, liberi, adulti.

          • elicarmi giovedì 26 gennaio 2012 alle 1:45 am

            aspetta albi, si vede che manchi da troppo dall’italia…tu parli per come funziona all’estero, ma spiegami uno metti sia che sia laureato a 25 anni che invece si trovi lavoro a 19 o 20, qui parti neanche in apprendistato, parti come stagista (non retribuito), poi ti fanno un apprendistato a 750 euro al mese o contratti di 3 mesi in 3 mesi a 750/800 euro al mese…ora spiegami uno come fa ad andarsene fuori di casa…perchè qui dopo 3 mesi non è detto che ti tengano anche se sei valido, perchè costa meno all’azienda cambiare persona…e lo stanno facendo tutti qui in italia, gia’ da qualche anno…quindi purtroppo cio’ che funziona all’estero non è applicabile qui in italia…(e fidati che noi ne abbiam le palle piene di ste cose)…

          • The Witch Of Oz venerdì 27 gennaio 2012 alle 6:37 am

            infatti io dico che le motivazioni possono essere tante. però ho anche detto ” Certo se non hai mai fatto altro dalla mattina alla sera a parte studiare e non hai problemi nè a casa nè di soldi, allora si che lì comincerei a farmi delle domande…”. Nel senso che è ovvio che se non passi la giornata a studiare, qualche altra cosa la devi fare! A meno che, come Liven, tu non abbia seri problemi di salute. Le persone che non hanno ne problemi economici, ne familiari (o che cmq non li vivono perchè sono dei fuori sede), hanno papino o mammina che sono “qualcuno” e ti possono “consigliare” a qualcuno, o si laureano facilmente o certo, a 28 anni è meglio che cambino obiettivi!
            Ma lui non si può permettere, nella posizione in cui è, di parlare e giudicare la generalità di situazioni.
            Io, nel mio caso, non “riuscendo” a studiare come avrei voluto per problemi che non sto qui a raccontare, ho fatto 25000 lavori: dalla ragioniera alla rappresentante. lavoravo e mi pagavo stage e tirocini per l’estero. Senza mai ovviamente chiedere un soldo a casa perchè non potevo. Non è che sono stata mani in mano ecco.
            Adesso sono ad un esame dalla laurea e quindi mi sono messa sotto a studiare e con i soldi risparmiati mi pagherò un master all’estero… ovviamente dovrò anche lavorare part-time 😛

            • The Witch Of Oz venerdì 27 gennaio 2012 alle 6:43 am

              ah tra i miei 1000 lavori, ho lavorato per 2 anni in un laboratori di informatica. come ambiente lavorativo mi trovavo benissimo. e il lavoro mi piaceva anche. e avevo un contratto a tempo indeterminato, part-time ma a 400 euro al mese. possibilità di passare full-time a 800 euro al mese quando avrei voluto, con orario di lavoro quindi dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 16 alle 20….sabato mattina compreso…
              questo per farti poi capire la realtà italiana. per questo poi in questi 8 anni mi sono sempre tenuta le mie lezioni private che mi fanno guadagnare qualcosina e il tempo me lo gestisco meglio…

      • Akanishi mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:14 pm

        be’ tutto non si puo avere, albino. Ti lamenti sempre che in Australia non c’è cultura. Ti direi lo stesso del Canada. Però son tutti laureati prestissimo, e agli italiani ridono in faccia! del mio corso universitario, uno solo ha finito nei 5 anni, altri (pochi) in 6 anni e tutti gli altri dopo. Tutti pigroni? E’ l’università italiana che è così, modellata sui tempi in cui era un passatempo per rampolli della classe dominante, che avevano tempo e soldi da spendere.

  5. from uk mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:23 am

    condivido!

    @liven: ma dove studi?ma é vero o é una diceria?

    • Liven mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:50 am

      Uk no no, non è una diceria, sono cose verissime avvenute non a conoscenti ma ad amici e parenti. Addirittura un’amica ha fatto 4 volte l’esame di fisica per poi aver il professore che le ha chiesto se voleva collaborare per una tesi sul nucleare ( e credo che un professore quando ti chiede la tesi lo faccia anche perché ritiene valida la persona che ha davanti) Cmq facoltà d’ingegneria a Bs…Se guardi le statistiche sull’età in cui si laureavano da queste parti lo vedi al volo ( non so se adesso qualcosa con la riforma si è mosso, ti parlo di quando si stavano laureando quelli del vecchio ordinamento e quindi quelli dei “miei anni”)
      Io cmq ho fatto tutt’altra facoltà nel dipartimento di Mi, nella mia devo dire che non ho mai visto stranezze o sbarramenti…Sì, avevamo lo scoglio del latino obbligatorio anche per quelli di comunicazione ma bene o male tutte le facoltà hanno la loro “bestia nera”^^

  6. ivabellini mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:26 am

    http://it.wikipedia.org/wiki/Doctor_of_Philosophy
    scusa ma non sono propio riuscito a scoprire cos è e soprattutto a cosa serve sto phd, potresti chiarire meglio di wikipedia 😉

    • Gimmo mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:50 am

      Il PhD e’ uno stadio successivo alla Laurea Specialistica.
      Di solito dura 3 anni anni, ed e’ incentrato su un argomento specifico, sul quale ti specializzi.
      Io parlo per me, visto che ora sono in Svizzera, ma di norma qua si fanno i primi 3 anni a grattarsela, poi nei successivi due fai un solo anno di lezione, e poi un semestre di tirocinio e uno di tesi. Capisci che il salto effettivo tra triennale e master e’ poco, essendoci un solo anno di corsi in mezzo (corsi che sono la meta’ degli equivalenti italiani).
      E allora chi puo’ si specializza facendo ulteriori tre anni, pagati, perche’ fai attivita’ di ricerca o presso l’universita’ (che ti paga) o lavorando direttamente per l’azienda o ente che ti finanzia.
      PS: se guardi su Wiki prova a cercare “dottorato di ricerca”

  7. The Witch Of Oz mercoledì 25 gennaio 2012 alle 1:21 am

    ripeto anche qui come su fb:
    io non mi sento una sfigata. per niente. voglio vedere lui, che ha avuto mammina e papino a pagargli tutto, senza aver mai lavorato, senza altri pensieri a parte studiare e con la casa fuori sede pagata, nella MIA situazione…io scommetto che avrebbe abbandonato dopo 2 anni e sarebbe andato a fare il commesso 😉 quindi NON MI SENTO UNA SFIGATA, ANZI.
    bisogna vedere caso per caso.

  8. mat mercoledì 25 gennaio 2012 alle 1:30 am

    concordo …..è da sfigati laurearsi

  9. lotho82 mercoledì 25 gennaio 2012 alle 1:46 am

    nella mia esperienza personale (ripeto per chi legge: personale) le persone più competitive, intelligenti, preparate culturalmente e professionalmente, curiose del mondo ma soprattutto umili e sveglie sono diplomati/e.

    Non so davvero cosa pensare ma nella mia esperienza la statistica è altissima.
    ps. comunque dire che laurearsi a 28 è da sfigati secondo me è un po’ esagerato; più che altro laurearsì così tardi senza lavorare contemporaneamente è da “auguroni vivissimi per cercare lavoro”.
    Ciao Albino, ti leggo sempre con piacere.

  10. Akanishi mercoledì 25 gennaio 2012 alle 3:29 am

    Un mio amico che si è laureato in 8 anni adesso ha un lavoro stabile, ben remunerato e 4 persone sotto di lui. Un altro mio amico che ci ha messo 10 anni è stato assunto all’estero. Un altro ce ne ha messi 17 e perfino lui ha un lavoro. Come sempre, la sfiga dipende dall’individuo, se è valido o sfigato, ci possono esser mille motivi o scelte personali per laurearsi più tardi. Quindi bisogna vedere caso per caso. E a quei datori di lavoro che si basano tanto sul fattore età, iprite.

  11. Cyan mercoledì 25 gennaio 2012 alle 5:43 am

    Cioè, quindi nel mondo il phd è veramente importante anche per lavorare, oltre che per insegnare?

    • albino mercoledì 25 gennaio 2012 alle 7:47 am

      Nel mio lavoro se hai un phd parti da senior from day 1, e diventi manager come minimo 5 anni prima degli altri! Praticamente fai uno scatto di livello l’anno, o quasi!

      • Akanishi mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:01 pm

        che è una cazzata perché un phd non è mica detto che abbia capacità manageriali. tra l’altro non serve per “insegnare” chi ha messo in giro sta voce? serve per fare la carriera accademica, che è un ‘altra cosa.

        • albino mercoledì 25 gennaio 2012 alle 12:16 pm

          Nel mondo della consulenza specializzata avere un phd ti fa fare carriera piu’ velocemente: la parte manageriale te la insegnano via training.
          Ti ricordo che la mia azienda e’ forte nel settore energetico e delle rinnovabili, se vuoi fare il salto e prendere in una settimana piu’ di quello che ora prendi al mese noi siamo qui eh… 😉
          (noi si che si salva il mondo, tra parentesi; altro che il mondo accademico)

          • Akanishi mercoledì 25 gennaio 2012 alle 3:00 pm

            ok ci vediamo lì quando torni da tokyo. anzi, facciamo che ci vediamo direttamente a shibuya e poi passo da te.

            PS non so se mi spaventa piu il mondo accademico o la consulenza specializzata.

  12. um mercoledì 25 gennaio 2012 alle 8:54 am

    Concordo pure io, anche se forse “è da incoscienti” rende più l’idea. In un periodo come questo in cui sia in UK che USA si parla di bolla dell’istruzione* qui sembra che la gente non senta alcun senso di urgenza e non abbia problemi a regalare (rispetto ai servizi offerti) soldi alle università. Ogni studente ha le sue motivazioni/scuse, ma alla fine contano poco… ti devi laureare? just fu**ing do it… o fai altro.

    * I singoli investono denaro per avere un’istruzione/riqualificarsi e poi si rendono conto che recuperare l’investimento sarà quasi impossibile e che avrebbero potuto (concordo) spendere meglio il loro tempo (risorsa limitata).

    • Akanishi mercoledì 25 gennaio 2012 alle 3:05 pm

      * non solo i singoli investono denaro. nel mondo c’è stata una corsa alla formazione superiore, anche dal punto di vista delle strategie nazionali (…in italia un po’ meno meno). Anche nelle politiche di immigrazione, le porte erano sempre aperte per quelli che avevano un’istruzione avanzata. Ma adesso siamo alla saturazione, non c’è piu posto per tutti, c’è troppa gente sovra-formata e iper-specializzata…

      • albino mercoledì 25 gennaio 2012 alle 3:21 pm

        C’e’ troppa gente sovra-formata, full stop. C’e’ troppa gente col foglio di carta attaccato al muro, convinta che serva a qualcosa come ai tempi dei loro nonni, e ignari del fatto che il valore ormai e’ quello dell’altra carta che tengono in bagno.

        Quanto all’iper-specializzazione, ci sono dei campi (es. ingegneria) in cui se non sei iperspecializzato ti conviene andare sotto al cavalcavia piu’ vicino a dare via il cul! L’ingegner che fa tutto lui ormai non esiste piu’…

  13. Susanna tutta panna mercoledì 25 gennaio 2012 alle 9:54 pm

    Come se la laurea o il lavoro in azienda fossero l’unica scelta possibile o la migliore.

  14. S giovedì 26 gennaio 2012 alle 7:50 pm

    concordo, meglio laurearsi il più giovani possibile.
    io mi sono laureata 5 anni su 5 con una sessione di anticipo, ho trovato lavoro dopo un mese dalla laurea devo dire grazie al fatto che ero molto più giovane degli altri candidati.
    (comunque ho rifiutato due voti perché ci tenevo anche alla media, ma ho rifatto l’esame all’appello successivo)

    la vita è troppo breve e bella per essere sprecata in un’aula universitaria. meglio darci un taglio il prima possibile.
    senz contare che il mercato del lavoro ultimamente è sempre più esigente, se poi vai all’estero, dove tutti a 22-23 anni sono già laureati, non sei più competitivo se sei “vecchio” e per di più senza esperienza.

  15. Carlo venerdì 27 gennaio 2012 alle 12:57 am

    scusate..ma un po’ di figa qui?

  16. Gimmo venerdì 27 gennaio 2012 alle 7:43 am

    Albi, ma tu ti sei laureato al Vecchio Ordinamento, giusto?
    Quindi che ne sai di come funziona ora col 3+2 fatto alla cazzo di cane?
    Politecnico di milano:
    Triennale + 6 mesi di tesi
    Spericalistica + 1 anno di tesi.
    MINIMO MINIMO finisce 1anno e mezzo in ritardo.
    Se hai fatto tutti gli esami in tempo.
    Il che vuol dire, che se sei un fenomeno, esci a quasi 27, con buona pace degli studenti stranieri, in mondi dove la specialistica e’ DI UN ANNO (in alcuni posti in uk e’ cosi’)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: