Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Quando meno te lo aspetti, lo Spettacolo

Quando vivi qui in downunder ci sono delle immagini tipicalmente australiane che ti piombano tra capo e collo come fulmini a ciel sereno. E non mi riferisco ad aborigeni che suonano il didgeridoo ai bordi della strada o a koala sugli alberi: no.

Questa mattina sopra la citta’ c’era un cielo alto e azzurro, cristallino. L’aria era fresca e pura come quella di montagna, ma e’ cosi’ che si respira da queste parti, anche in citta’. Seduto sul mio sedile d’autobus, ad un certo punto sono passato davanti al solito parco che attraverso ogni mattina. Frenata, fermata, gente che scende e gente che sale.

Mi sono messo a guardar fuori, e a qualche metro da me c’erano quattro tipe che si rincorrevano sul prato. Avranno avuto una ventina d’anni o giu’ di li’ (o forse meno). T-shirt con le maniche arrotolate, pantaloncini corti, capelli lunghi stretti in coda di cavallo, corpi tonici, magre, gambe affusolate, e soprattutto: due bocce cosi’, cadauna (x4 tipe = 8 bocce). Giocavano a rugby, alle 8 e mezza del mattino, sul prato del parco, lanciandosi la palla e rincorrendola e saltandosi addosso.

Cioe’, immaginate quattro veline che giocano a rugby su un prato. Le avete immaginate? Ecco, piu’ o meno cosi’. E poi immaginate me, sul mio sedile d’autobus, con la bocca spalancata a guardare questa immagine bucolica, ma piu’ che bucolica la definirei bocciofila, cosi’ esterrefatto da non avere neanche il tempo di tirar fuori il telefono per fare una foto (che poi mi pareva anche un po’ brutto, con tutto il bus che mi guardava).

Pazzesco.

Annunci

17 risposte a “Quando meno te lo aspetti, lo Spettacolo

  1. Gimmo venerdì 17 febbraio 2012 alle 12:16 pm

    La cosa piu’ assurda non e’ tanto la tipe fighe, o che fossero 4, o le bocce grosse, o il rugby.
    MA L’ORARIO!
    Questa gente qua si mette a giocare a rugby alle 8.30? Perche’ non se ne stanno a dormire a letto??????

  2. sirdic venerdì 17 febbraio 2012 alle 1:22 pm

    Sì, sì, certo…Io finché non vedo la foto non ci credo. Per quanto tempo devi ancora dirci la balla del telefono giapponese con il suono che non si può disattivare?
    Ci saranno anche venerdì prossimo alle 8:30, fai bene i compiti eh? 🙂

  3. destinazioneestero venerdì 17 febbraio 2012 alle 5:21 pm

    A quell’ora ti sarai chiesto: sogno o son desto?!?

  4. Alberto venerdì 17 febbraio 2012 alle 7:31 pm

    Beato te, Albino….. io stamattina sulla strada per il lavoro ho visto, mucchi di neve semisporca, “signorine” già al lavoro, mucchi di neve semisporca più grossi, lavori in corso, freddo, gelo e niente di bucolico…..
    bah!

  5. ghiska venerdì 17 febbraio 2012 alle 8:23 pm

    Qualcosa non mi quasra: perchè tutto il bus guardava te anzichè le tipe e relative bocce?

  6. The Witch Of Oz venerdì 17 febbraio 2012 alle 8:38 pm

    Ahahahah albino ma più pronto di riflessi! noi vogliamo anche prove fotografiche delle cose mirabolanti che dici di vedere! 😉
    cmq si, scherzi a parte, quando ero li anche io vedevo questo ed altro. da rimanerci proprio così :O
    ahhhhh l’australia!!!
    e poi…surfisti dappertutto 😀

    • Liven sabato 18 febbraio 2012 alle 1:52 am

      Un giorno vi aspetto tutti al parco dove vo a correre al paesello…Lo spettacolo è un tipo, che circa 30 anni fa probabilmente era anche fisicato ma che oggi peserà 100kg per 1m e 60 e corre fino a autunno inoltrato a torso nudo, completamente coperto di tatuaggi deformati…
      PS: albino avevo capito che ti piacevano le giapponesi piatte…;-)

  7. gico78 venerdì 17 febbraio 2012 alle 9:54 pm

    Chissà se qualcuno un giorno riuscirà a costruire una macchina che sfrutti il potere di questa equazione…
    φγ – mma
    Potrebbe avere un rendimento maggiore di uno…

    • Fabio sabato 18 febbraio 2012 alle 7:14 am

      Visto che facciamo i nerd allora do il mio contributo..

      Mi piacerebbe vedere la foto dei soggetti in questione secondo la seguente notazione operatoriale: 1/Sqr(4) (|bocce> + |bocce> + |bocce> + |bocce>)..

      Non me ne voglia Dirac ma niente <bocce| per cortesia

  8. Fedelma sabato 18 febbraio 2012 alle 9:51 am

    Ecco la storia della quarta abbondante che torna, come diceva il buon Giambattista.
    Fortuna che non guidavi l’autobus…

  9. from uk sabato 18 febbraio 2012 alle 11:11 pm

    non era piovuto recentemente? 😦

  10. ivabellini domenica 19 febbraio 2012 alle 1:13 am

    ma cosa interessa a te di quelle bocce scusa, non sei forse giappinofilo? e allora tieniti le boccette e usa quello schifo di iPhogne una volta tanto per questi nobili scopi, altro che paesaggi!

  11. lele lunedì 20 febbraio 2012 alle 6:33 am

    uhmm perchè vedo anche la lotta nel fango ogni volta che cerco di immaginarmi la scena a cui hai assistito? poteri della mia mente 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: