Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

albino vs i tassisti di Sydney

Premessa. Ieri sono tornato a Sydney col volo delle 18. Ho avuto talmente da fare che nella foga di prendere il taxi per l’aeroporto ho dimenticato il trolley nella macchina a noleggio del mio collega. Fortuna che lo rivedo lunedì a Brisbane. Arrivato a Sydney, in coda al taxi sono capitato davanti a un maleducatissimo cafone italiano vestito da picciotto in gessato blu e con l’accento del centro Italia, Abruzzo-Molise forse, che per risparmiare la chiamata al telefono ha chiamato la mamma in viva voce con l’ipad, disturbando (ovviamente senza curarsene) una buona cinquantina di persone intorno a lui, e raccontando alla mamma una serie di cose assolutamente inutili pensando che nessuno lo capisse. Tipo che questo weekend va a guidare le ferrari e poi ha una festa e poi un aperitivo e poi va in spiaggia e poi ha un compleanno, o che si trasferisce a Perth e gli ultimi giorni dorme da un’amica per risparmiare sull’affitto. E poi a tranquillizzare la mamma dicendole che nono figurati, a Perth non ci sono i coccodrilli. Tutte cose che interessavano a tutti e cui tutti hanno partecipato loro malgrado, soprattutto quando ha attaccato il video per far vedere la fila di gente alla mamma. Roba da arresto, o per lo meno da calci in culo.

Poi finalmente arriva il mio turno di salite in taxi.

taxi driver (con accento mediorientale): where do you wanna go mate?
albino: to (indirizzo di albino) please.
td: Hey bro, can I ask you a favor?
albino: Sure.
td: Do you mind if on the way to your place I pick up a friend that want to go to Chatswood?
albino: Yes, I do mind.
td: …what!
albino:
I had a tough day today, I’m tired and I just want to go home.
td: Hey bro, you are not the only one, I had a tough working day too!
albino: Yes, but the difference is that I am the one who’s paying.
(segue breve serie di imprecazioni in arabo, chiamata a una tipa apparentemente incazzata, sempre in arabo, e cinque minuti di silenzio).

td: …Hey bro, where is your accent from?
albino: I’m Italian.
td: Ah! Italiano! Mafioso!
albino: No, I’m not mafioso, I’m from the north, and I hate Italians. Drive.

Annunci

20 risposte a “albino vs i tassisti di Sydney

  1. SirDiC sabato 25 febbraio 2012 alle 10:23 am

    Immagino che il voto basso all’articolo sia dovuto all’ultimo commento. Comunque a parte quello hai fatto bene, oltre al disservizio avresti rischiato di fare tuo malgrado un’orgia con due arabi. Ma a proposito, che razza di tassisti di merda ci sono dalle tue parti???

  2. gas12n sabato 25 febbraio 2012 alle 10:31 am

    Il voto basso è dovuto all’erroneo e ingenuo link fra meridione d’Italia e mafia. Sempre se non ci abbassiamo a parlare per stereotipi, altrimenti potrei dire che sei responsabile per gente come Borghezio.
    Con affetto (giuro che non ho votato!)

  3. albino sabato 25 febbraio 2012 alle 11:25 am

    Mica l’ho detto io. L’ha detto il tassista. E il mio commento “I hate Italians” era riferito al deficiente che parlava con l’ipad…

  4. Chiara R. sabato 25 febbraio 2012 alle 11:35 am

    ma hai fatto benissimo!
    1. sei un cliente e paghi per un servizio, non certo un amico a cui si sta facendo un favore portandoti in giro 2. basta con questi formalismi ipocriti “do you mind if…?” se poi non si accetta un NO come risposta, specie se si sta parlando con un cliente.
    Detto questo, ok che a volte è meglio lasciare perdere piuttosto che impuntarsi, però è pur vero che se lasciamo gente del genere fare sempre come gli pare, le cose non cambieranno mai.

    Riguardo al commento finale, sarà brutto ma mi ci sono ritrovata. Anzi, tolta la parte del mafioso, sembra l’esatto commento che ho fatto io svariate volte quando vivevo a Londra e incontravo certi italiani per strada o sui mezzi. Siete in un altro paese, in un altro continente in questo caso, ma cristo ma volete adeguarvi? Rispetto ed educazione? E mi spiace ammetterlo ma tutte le volte che mi sono scontrata con italiani maleducati all’estero questi erano del sud, e mi spiace ancora di più se penso a miei amici meridionali che sono tutto tranne che gente di questo tipo. I cafoni li abbiamo pure qui al nord, ovvio, ma dopo l’ennesimo episodio che ti tocca sopportare e i modi in cui gli stranieri si aspettano che ti comporti quando sanno che sei italiano…beh, la frase “I’m from the north, and I hate Italians”, per quanto generalista, ti viene da dire, punto.

  5. Michy sabato 25 febbraio 2012 alle 12:38 pm

    Sono Abruzzese e si,purtroppo devo ammettere che molti miei conterranei si comportano in quel modo (soprattutto i maschietti- all’università ho visto cose che voi umani….brrr!-!), ma per fortuna la maggior parte è totalmente diversa dal suddetto tipo.
    E in effetti si:Albino,ammettiamolo, hai il sonar per i tassisti allucinati.. 😛

  6. destinazioneestero sabato 25 febbraio 2012 alle 5:32 pm

    Purtoppo non diamo una bella immagine di noi all’estero, non l’abbiamo fatto in passato, non lo facciamo neanche adesso. Sigh!

  7. Jeppy sabato 25 febbraio 2012 alle 10:10 pm

    Ecco che esce fuori l’anima veneta razzista e arrogante, appena ha detto qualcosa del sud, subito a specificare che si è del Nord, come se gli australiani sappero le differenze tra il Nord e il Sud…..anni fa, vidi 1 film americano ambientato a Venezia, e durante il giro in gondola, il gondoliere cantava “O sole mio”

    • paolo sabato 25 febbraio 2012 alle 10:34 pm

      beh e questa “Ecco che esce fuori l’anima veneta razzista e arrogante etc etc” cosa c’entra?? gli ha semplicemente risposto a tono all’insulto del facile luogo comune (mafioso,pizza mafia mandolino, PRONTO)e all’arroganza con cui il TD ha preteso che l’amico viaggiasse a sbafo

      • Jeppy sabato 25 febbraio 2012 alle 11:44 pm

        Ha ragione, anche io avrei detto co sto c***o ke fai salire il tuo amico, ma invece di rispondere con I’m from North, poteva rispondere con 1 semplice: No all Italians are mafioso.
        Io vivo in Francia, eppure anche a me ne dicono di tutti i colori ma a volte o rispondo come ho scritto sopra, o inizio a dire qualche stereotipo francese. La mia obezione era solo x quella frase non x la storia del tassista.

    • Petitfrere lunedì 27 febbraio 2012 alle 5:02 pm

      Quindi visto che Albino ha risposto così allora tutti i veneti hanno l’anima razzista e arrogante?

      O forse – come ha specificato anche albino all’inizio – aveva già le palle che giravano come un accelleratore di particelle di suo e quindi ha risposto così al tassista per questo motivo?

      Ma fammi un piacere

  8. Eleonora domenica 26 febbraio 2012 alle 6:42 am

    intravedo una nuova rubrica per il tuo blog in arrivo 😀

  9. parkadude lunedì 27 febbraio 2012 alle 6:39 pm

    La prossima volta rispondigli: “Ah, I am mafioso and you are a terrorist, right?”
    L’ultimo commento è molto poco rispettoso per la gente del Sud (io, personalmente, sono nato e cresciuto in provincia di Pavia, ma ho tanti amici meridionali). Pensa a quelli che, per fermare la mafia, sono morti. Pensa ai vari Peppino Impastato. Capisci quanto è supido dire “I’m from the North”? Puoi dire “I’m not mafioso, I’m honest, and you are proving me you lack of education”.

    • The Witch Of Oz mercoledì 7 marzo 2012 alle 11:11 am

      esattamente quello che secondo me doveva dire…
      dire ” io sono del nord” non toglie l’idea che al sud siano mafiosi tutti…dovevi combattere contro il pregiudizio, non toglierti da mezzo perchè “tanto io sono del nord”. si è tolto di mezzo solo lui e come ti ha fatto notare la ragazza australiana giù, non serve e non provi niente. magari difenderci reciprovamente come se fossimo tutti italiani (perchè gli altri tutti italiani ci vedono) serve a salvarci un po’ tutti no? invece di accusarci l’un l’altro di questo e di quello…

  10. Stila lunedì 27 febbraio 2012 alle 8:06 pm

    Mah, certo che passare dalla terra del Dio Cliente (il sommo okyakusama) a questo… non deve essere facile per nessuno.
    Trasciando la cosa del nord, io avrei risposto uguale. Mi è capitato spesso mentre ero in viaggio di far finta di essere di un’altra nazionalità per vergogna di certi italiani trovati in giro (sia del nord che del sud).
    Detto questo, Albì! Dopo tutti questi anni, ancora l’accento italiano?? E poi lamentati.. XD

  11. Marilena Mastrangelo sabato 3 marzo 2012 alle 9:56 pm

    Well I’m an Australian living in Italy and precisely in the south and I was upset with that comment of “I’m from the north”. You hate Italians that’s fine but if you have learnt anything while living in Australia is that we are ALL Australians. No north no south no west or east. The problem with Italians is that they are waiting for the other bloke to change. Well start from yourself. I love my Italian roots just as much as I love my Australian ones and if I have been able to live without stress for the last 20 years in Italy its because I don’t compare the two countries. Everyone just relax and don’t blame others for what not right in your lives

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: