Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

In bagno con Rutelli

Stamattina seduto sulla tazza guardavo Rutelli dalla Annunziata, incazzato come una biscia (lui) mentre si proclamava vittima di truffa, dichiarava a gran voce di aver querelato e spergiurava (sui suoi figli? ah era quell’altro) di non aver mai preso una lira in vita sua. Un euro, pardon.

Poi sono entrato in doccia e mi son detto che cazzo, sei presidente di un partito e non t’accorgi che ti rubano i milioni sotto il naso. Beh ma certo, mi son risposto, con tutti i soldi di rimborsi elettorali che prendono.

E poi, mi son ri-risposto, ‘sto qua magari e’ vero che non s’e’ intascato niente (stavolta), probabilmente firmava ogni carta che gli passava sotto il naso, come il mio vecchio prof di Informatica II all’uni che ti doveva firmare l’accesso al laboratorio se eri in corso con lui, ma tanto firmava tutto in bianco quindi anche se non eri nel suo corso bastava che gli bussassi in ufficio e lui ti firmava l’accesso senza controllare chi eri. All’epoca girava pure voce che qualcuno della goliardia gli avesse fatto firmare chissà’ quali carte assurde, tipo cambiali o carte con su scritto “sono un idiota” o cose simili.

Tra una insaponata e l’altra, ad un certo punto ho realizzato che Rutelli e’ li’… da sempre. Uno dei tanti “professionisti della politica”, come li definiva giustamente Berlusconi (salvo poi averne mezzi dalla sua parte), tipo Veltronigasparrilarussadini ecc. ecc.

E poi mi son ri-detto che in fondo e’ così che va il mondo: come in ogni professione, in politica l’esperienza e’ un valore, le conoscenze nell’ambiente valgono oro quanto pesano, la gente sa come muoversi bene solo in acque conosciute. Se la cosa vale per un ingegnere, perché non dovrebbe valere a maggior ragione per un politico?

A questo punto avrei dovuto ri-ri-rispondermi, ma purtroppo, beh… la doccia era finita, e con essa lo spazio per le riflessioni mattutine.

(Pero’ dell’autodifesa di Rutelli ho apprezzato che ha ammesso (finalmente!) di prendere un sacco di soldi di stipendio).

Annunci

7 risposte a “In bagno con Rutelli

  1. paolo lunedì 19 marzo 2012 alle 9:47 pm

    l’immagine iniziale di rutelli dalla Annunziata ti è stata necessaria per vincere una costipazione???

  2. from uk lunedì 19 marzo 2012 alle 11:11 pm

    in un sistema normale il professionista della politica rutelli sarebbe stato licenziato in tronco visto quello che ha fatto quando ha avuto il potere. invece no.

  3. victorvonschrodinger martedì 20 marzo 2012 alle 2:38 am

    Il punto non è avere l’esperienza, le conoscenze, il savoir faire…ma come le usi queste cose e a quali fini…

  4. Akanishi martedì 20 marzo 2012 alle 11:48 am

    “in politica l’esperienza e’ un valore, le conoscenze nell’ambiente valgono oro quanto pesano, la gente sa come muoversi bene solo in acque conosciute. Se la cosa vale per un ingegnere, perché non dovrebbe valere a maggior ragione per un politico?”

    ma infatti è così. il politico che ha le conoscenze nell’ambiente, che si muove bene, che sta in acque conosciute, in pratica il “professionista”, sfrutta al meglio le sue capacità e infatti è lì da sempre e non lo smuove nessuno. siamo noi cittadini che ci ostiniamo a vederci un’anomalia!

    comunque il berlusca era un professionista della politica già MOLTO prima di diventare un politico di professione.

  5. elicarmi martedì 27 marzo 2012 alle 12:37 pm

    ma la mattina non hai di meglio a cui pensare? ma soprattutto di piu rallegrante x la giornata?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: