Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Clarificamus

Siccome che qualche simpatico ha seminato il seme del dubbio che io stia chiedendo troppo per la mia macchina, chiariamo un punto fondamentale che voi Stanziali magari non conoscete.

Breaking news: Ogni nazione/cultura/area del pianeta dà un valore diverso all’usato. Non solo per le macchine, per tutto.

In Giappone ad esempio, per ragioni culturali e religiose l’usato non ha praticamente alcun valore. Persino comprare immobili e’ un rischio, perche’ nessuno vuole una casa usata. Secondo la religione shintoista infatti le cose diventano “impure” col tempo, e per questo molti giapponesi sono sorprendentemente superstiziosi: per loro il vecchio potrebbe essere posseduto da fantasmi, demoni e cose del genere. Mai visto un episodio di Lamu’ da piccoli? Ecco.

In Italia ad esempio, visti gli stipendi bassi, i prezzi piu’ abbordabili del nuovo e la malfidenza nei confronti del proprio prossimo che una volta su due tenta di incularti, l’usato viene deprezzato molto velocemente, perche’ l’italiano medio quando se lo puo’ permettere preferisce comprare il nuovo, e quando non se lo puo’ permettere compra il vecchio – ma solo quando il prezzo e’ di molto inferiore al nuovo.

In Australia al contrario l’usato vale moltissimo. Il motivo lo posso semplicemente immaginare: forse la remotosita’ del continente che ha portato la gente in passato ad imparare a riciclarsi le cose. O magari sono solo piu’ “sportivi” di noi (nel senso, di bocca buona, meno schizzinosi). O ancora, magari e’ perche’ in generale non apprezzano il “bello” come noi. Chi lo sa.

Classico esempio. Prendete una macchina, la stessa macchina. Mettiamo per comodita’ che costi 20.000 euro nuova, sia in Italia che in Giappone che in Australia. Compriamone tre di identiche, nei tre paesi, e rivendiamole tutte e tre dopo due anni esatti, con lo stesso numero di km percorsi.

In Italia dopo due anni quanto prendi, 15 o 16.000 euro? In Giappone forse forse, ma forse ne prendi 9.000, se hai culo. In Australia sei capace di prenderne 18.500, puliti. Se vai da concessionario addirittura sono capaci di vendertela al prezzo del nuovo, perche’ – dicono – non hai da aspettare mesi per l’import. Visto che, ricordiamolo, tutte le marche tranne le 2 o 3 prodotte in loco (holden, alcuni modelli Toyota, Ford mi sembra) arrivano dall’estero via nave.

Capito come funziona adesso, cari i miei sarcastichelli?

11 risposte a “Clarificamus

  1. Atestaingiù venerdì 7 settembre 2012 alle 10:42 am

    In pratica se uno vuole andare a vivere in Giappone si compra una casa usata e risparmia un sacco di soldi, o mi sono perso qualcosa?

    (Poi la rivende a mezzo yen, ma vabbè…)

  2. Lorenzo venerdì 7 settembre 2012 alle 5:28 pm

    Interessante differenza culturale! L’auto è il tipico bene durevole/MA_ANCHE_consumistico a seconda del Paese e di quanti soldi si hanno e di quanto sono convincenti le campagne pubblicitarie.
    Resta il fatto che se non trovi compratori, o ne trovi solo di “bassa qualità”, vuol dire che chiedi troppi soldi, no? mentre il tuo post implicava che dovresti avere la fila fuori casa. Se non hai fretta vai di testardaggine veneta che no se buta via i schei e prima o poi lol trovi il po… l’Onorevole Cliente, e fai benissimo.

    Per la cronaca, in Italia dopo due anni la tua auto vale la metà o poco più, a meno che non sia una Ferrari et similia. Sarà che nessuno si fida di nessuno…

  3. Gimmo venerdì 7 settembre 2012 alle 5:29 pm

    Occhio Albi’, si vede che sei lontano dalla madrapatria da un pezzo😀
    Se prendi un’auto in Italia a 20mila euri, il giorno dopo vale 16mila (21% di IVA)
    Dopo due anni SE VA BENE la vendi a 10mila.
    Giusto per informazione, eh.
    Ad ogni modo, interessantissimo confronto tra le culture e il conseguente valore dell’usato.
    Bravo!

  4. Anna Maria venerdì 7 settembre 2012 alle 5:34 pm

    Altra pillola multi-culturale….quando ci vuole!!!!

  5. Emanuele venerdì 7 settembre 2012 alle 8:54 pm

    Qualche anno fa avevo letto di una macchina usata venduta negli USA che puzzava perché nel bagagliaio avevano nascosto un cadavere…

  6. majin sabato 8 settembre 2012 alle 5:34 am

    beh adesso devi solo convincere gli australiani con questa teoria e il gioco è fatto

  7. andrea sabato 8 settembre 2012 alle 11:47 pm

    caro albi …se potessi te la comprerei io la macchina ;-)……….in alternativa posso sentire i cinesi che mi danno il riso quotidiano per barattare la tua macchina con qualcosa con consegna rapida a hk……….

    salutoni

  8. yh domenica 9 settembre 2012 alle 3:34 am

    la domanda sorge spontanea… come mai un globetrotter come te si è comprato una macchina nuova sapendo che avevi i mesi contati?!?! perchè non hai pensato ad un leasing?

    ciao ciao

  9. LucaS mercoledì 19 settembre 2012 alle 1:49 am

    Personalmente non mi sono mai travato male con l’usato giapponese.
    Forse è meno comune la compravendita diretta (boh, non ne ho idea) ma come negozi mi sembrano meglio degli italiani.
    Anche se limitato al comparto video/fotografico mi sono capitate discrete occasioni, tra l’altro con prodotti perfetti, ho l’impressione che per loro l’usato sia “perfetto” o “quasi perfetto” o “scusa è tutto perfetto ma manca il foglio della pubblicità di assorbenti dentro la confezione di questa videocamera da 100.000 yen quindi te la vendiamo a 80.000”.
    In italia, io che sono maniacale quando vendo qualcosa tenuto bene in genere ho il comprato che si sorprende che sia tutto integro.🙂

    Per trovare l’usato “scrauso” ho dovuto beccare dei venditori indiani ad akihabara, ecco si, quello era veramente usato malconcio… ma per dinci una fotocamera perfettamente funzionante ma malconcia come se avesse fatto la guerra del pacifico costava solo 30 euro….ARGH…. e come si vive più rilassati portandosi in giro qualcosa che se ti cade per terra nemmeno te ne accorgi.🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: