Alle porte di Tannhäuser

mondoalbino sbarca a Hong Kong

Il peggio dell’Italia

Berlusconi ritorna. Ecco che arrivano le solite promesse di abbassare le tasse, eliminare l’IMU, salvare l’Italia. Ancora. Ecco che rivediamo le solite tattiche doppiogiochiste (finto appoggio a Renzi per indebolirlo, poi una volta che le primarie son vinte dai soliti vecchi incartapecoriti del carrozzone PD ecco che ricomincera’ la solfa dei "comunisti" che andrebbero al potere). Ancora.

Riusciranno gli italiani a dimenticarsi chi era quello che ha comandato negli ultimi vent’anni senza riuscire a ottenere nulla di quello che ripromettera’ da qui alle elezioni? Riusciranno gli italiani a dimenticarsi delle pompinare messe prima a novanta e poi a sedere in parlamento e ai consigli regionali? Riusciranno gli italiani a dimenticare i processi brevi, i legittimi impedimenti, le risatine degli altri capi di stato, le leggi pro-mediaset che hanno portato l’Italia ad avere uno sviluppo di internet da paese africano?

Secondo me… si. Non per lui eh, ma per questo PD inguardabile, e per certi versi invotabile.

A mio avviso la prima e piu’ importante emergenza da risolvere in Italia e’ lo svecchiamento della classe dirigente. Ha ragione Grillo: due-tre legislature e a casa. Non di piu’. E un presidente del consiglio che possa restare in carica solo per un massimo di due legislature, come in America. Basta ottantenni al potere, avete rotto i coglioni.

13 risposte a “Il peggio dell’Italia

  1. albino lunedì 17 settembre 2012 alle 6:29 pm

    Scusino i lettori, ho dimenticato di aggiungere “sporche” prima di “pompinare”.

    E’ brutto da dire, ma se alla Minetti, che so, si rompessero i freni, magari in curva, magari con un precipiziuccio da una parte…

  2. Gruk lunedì 17 settembre 2012 alle 6:51 pm

    Tu non sai più cosa è importante o meno per questo paese, e come potresti d’altronde? sei via da troppo tempo, è come se io mi mettessi a parlare dell’Australia pur non essendoci mai stato.
    Le tue capacità e di conseguenza la tua carriera ti hanno permesso di entrare in una classe che in Italia sta scomparendo, sei troppo “abituato bene” e hai vissuto questi ultimi anni in paesi che non reprimono il cittadino ma lo valorizzano. Io abito in un comune che non ha più i soldi nemmeno per tagliare l’erba dei giardini e ha già comunicato che al termine del fine lavori di completamento di una strada provinciale non realizzerà più opere pubbliche per i prossimi anni, abito al nord e non in uno stereotipato paesino del sud. Qualcuno penserà che il sindaco eletto deve aver sbagliato qualcosa nell’amministrazione, io penso che anche con a capo un esponente dei partiti d’opposizione la musica sarebbe stata la stessa. È semplicemente il sistema che è sbagliato, e sono sicuro che il mio comune sarà solo uno dei primi di una lunga serie di comuni che rimarranno senza soldi. D’altronde, ragioniamo un secondo, vi pare possibile che un comune possa farsi bastare le entrate date da imposte comunali, multe, parcheggi e pochissime altre voci per tener fronte a tutte le necessità senza adeguati aiuti da parte di Provincia, Regione e Stato?
    Qui da me i capannoni rimangono sfitti e le attività stanno chiudendo, qualche settimana fa sulla vetrina di una concessionaria faceva bella vista un manifesto in stile necrologio dove il titolare ringraziava lo Stato Italiano per la pressione fiscale al limite dello strozzinaggio e altre cose causa della sua chiusura. Mentre ero lì un tizio in macchina sicuramente arrivato lì apposta per leggere, guardava anche lui e rideva, mi ha dato del coglione perché gli ho chiesto se facesse davvero ridere e mi ha risposto che lui aveva un’attività da treant’anni, dopo un minuto gli anni di attività non erano più trenta ma quaranta. E vabbè si può dire che ho sbagliato io, lo so, ma essendo nel commercio so come vanno queste cose, e se mi chiedessero se tra un anno mio padre sarà ancora aperto io non posso rispondere con un sì certo, anzi.
    Ecco albino, questa è la situazione odierna di una città che fino a qualche anno fa lavorava e parecchio, è la situazione reale di persone che devono andare avanti e si sentono un po’ prese per il culo da chi dichiara “ci vuole più Europa”, “dovete essere più virtuosi”, mentre i nostri economisti eterodossi senza paura che rispondono ai nomi di Bagnai, Cesaratto, Brancaccio e company se ne stanno comodi a scrivere nei loro blog criticando tizio e caio, facendo l’appunto sull’articolo del corriere di Giavazzi, spiegando perché Monti ci manderà con le pezze al culo, scrivendo come e perché i tedeschi negli anni Duemila sono riusciti ad affossarci, tutto questo sempre dietro la loro comoda scrivania e facendo la gara tra loro a chi è più bravo a sfornare dati o a criticare i post-keynesiani, gli unici ad essersi finora sporcati le mani, ignorati comunque dai media che contano.
    Avevo la possibilità di campare dignitosamente bene a casa mia, finirà che sarò costretto a fare anch’io l’emigrato da qualche parte e tirare avanti con quello che capita, dato che qui ogni volta che consegno un cv e il titolare vede che sono amministratore di una srl si mette a raccontare la storia della sua vita, perché rischia di chiudere eccetera eccetera, e io a rispondere che so com’è e avanti così col pippone.
    Per ritornare un attimo nel filo del discorso, tu hai criticato Berlusconi ma mi risulta sia l’unico che ha chiesto consulenze a Krugman e Stiglitz (due premi nobel per l’economia) di mettere giù un piano “salva italia”, ed è gente che ne sa un pelo di più dei nostri “tecnici”. Se fosse l’unica chance per salvare questo paese dalla balcanizzazione sai che me ne frega di cosa faceva Berlu con le sue puttane.
    Ma voi conoscete figli di imprenditori andati a lavorare nel mining? No perché quella al momento sarebbe per me un’ottima aspettativa. Vi rendete conto di cosa siamo diventati?

    • Bea martedì 18 settembre 2012 alle 12:32 am

      In poche parole tu stai dicendo che siccome la situazione fa schifo allora gli italiani sarebbero giustificati se rivotassero Berlusconi?
      Bene, e meno male che mio padre mi dà della pessimista disfattista quando dico che, appunto, Berlusconi potrebbe essere rieletto…

      • Gruk martedì 18 settembre 2012 alle 12:57 am

        >Se fosse l’unica chance per salvare questo paese dalla balcanizzazione sai che me ne frega di cosa faceva Berlu con le sue puttane.
        Berlusconi è un mafioso, faccendiere e persona per tanti versi sgradevole, è uscito indenne dai suoi processi ed è ancora eleggibile, nonostante la logica dimostri che i suoi interessi se li è fatti. Berlusconi è anche un capro espiatorio, la vittima sacrificale designata dalla sinistra delle liberalizzazioni selvagge degli anni ’90. Una persona imparziale sa che Berlusconi si è fatto gli affari suoi grazie al potere di cui ha beneficiato da presidente del consiglio, una persona imparziale e che conosce un minimo di economia sa che Berlusconi non è causa della crisi dell’Eurozona. In Grecia c’è un nuovo drammatico fenomeno, nelle periferie i bambini svengono in classe perché non mangiano abbastanza, è colpa di Berlusconi? Alle Canarie la disoccupazione supera il 30& e la sera la gente va a rovistare i cassonetti, è colpa di Berlusconi? Purtroppo le persone si lasciano infinocchiare per mancanza di spirito critico, sull’onda dell’emozione per sentirsi migliori puntano sul bersaglio sbagliato. La verità è che B. per quanto discutibile era il premier eletto ed è stato esautorato a suon di spread per poter essere rimpiazzato da un “tecnico”, lo stesso che diceva che il maggior sucesso dell’euro è la Grecia.

    • Beppe martedì 18 settembre 2012 alle 12:51 am

      Un bel giro di parole per avvallare uno come il B. Vai così Italia… Approva tutto e tutti tanto al peggio non c’è fine… Anche putt** e burlesque. Meno male che me ne sono andato anche io va’ che la situazione politica in Italia mi fa venire la nausea, da B a Grillo ai sindacati alla vecchia carretta del Pd alla lega… Ma sai cosa mi fa più incavolare? Che non ci sono valori (in politica) tutto viene giustificato, nessuno che si dimetta quando e’ colto con le mani nel sacco, tutti riciclati… Pero’ se e’ vero che un Paese ha la guida che si merita allora forse deve cambiare qualcosa anche in noi… E guardare ad esempi nel mondo di paesi *seri*.
      Sai che ti dico? W Monti bis per 10 anni
      And let the flame begin…

      • Gruk martedì 18 settembre 2012 alle 1:06 am

        Come scritto sopra Berlusconi è tutto quello che hai detto, ma è anche un false flag, deal with it. Comunque nessun flame, non ho attaccato internet stamattina e se i miei commenti non sono graditi basta dirlo.

        • Beppe martedì 18 settembre 2012 alle 2:12 am

          no no figurati, intendevo il mio messaggio faceva partire un flame🙂
          non credo pero’ che sia un “false flag” come dici tu. non solo per le sue preferenze di compagnie ma per tutto quello che NON ha fatto, per tutto quello che NON ha detto, per tutto quello su cui ha minimizzato (i ristoranti sono pieni e balle come quelle). sembra che viva su un altro pianeta… e c’e’ gente che si dimette per molto meno in altri paesi, magari piu’ bacchettoni ma sicuramente con piu’ valori.

  3. Fabio martedì 18 settembre 2012 alle 1:22 pm

    Signori, nonostante sia giovane ed espatriato solamente da pochi anni, non posso fare a meno di sorridere amaramente e ridere.
    Signor “Gruk”, la capisco perfettamente. La mia famiglia, il mio comune (ricco e stereotipatissimo nord-est), i miei amici stanno tutti vivendo situazioni simili.
    Perché rido? Perché come sempre da quando ho cominciato ad interessarmi della politica italiana, mi rendo conto di quanto sia facile sviare i veri detentori del potere, i cittadini, dal problema che li affligge.
    Rido perché ogni volta sento discutere su chi ha fatto bene e su chi no, chi ha affossato e chi ha risollevato l’Italia, meglio destra o meglio sinistra.
    Nessuno si chiede mai il perché questi signori (tutti) spendano tutto il loro tempo, e il vostro denaro, per poi approvare norme e leggi che di utile per i cittadini non hanno alcunché.
    Argomentano, litigano, combattono fisicamente addirittura per non perdere i privilegi che si sono auto conferiti, troppo occupati a cavillare sulla grammatica e sintassi della lingua italiana per occuparsi del bene dei cittadini.
    D’altronde non vorremmo mai che una virgola e un punto possano fargli perdere terreno di manovra per i loro affari personali. E’ la differenza tra carcerazione e prescrizione in fondo.
    Il problema non è la politica, non sono nemmeno i politici, il vero problema sono QUESTI politici ed il sistema che li forma. E’ inutile sostituirli con altri più giovani dello stesso stampo (vedi Renzi o Tosi).
    Credo e spero vivamente di non essere l’unico a pensarla così. Ultimamente il M5S si sta ergendo a scudo per difendere l’orgoglio dei cittadini con un minimo di cervello ma sfortunatamente le buone intenzioni non portano il pane in tavola. Senza contare che già si intravvedono le prime macchie di corruzione anche nel loro movimento.
    Rido perché qui ancora si discute sul fatto se B debba restarsene a marcire con le sue donne dai facili costumi o se M debba restare per altro 1000 ordinamenti.
    Francamente non potrei ritenere meno rilevante sapere se B sia andato da non so quale premio Nobel a chiedere consiglio e se M sia un “tecnico” ultra qualificato.
    Se questi signori fanno i loro interessi personali anziché i miei e i vostri mentre sono a capo del governo se ne devono andare E devono rispondere del loro malgoverno.
    E la stessa cosa vale per tutti gli altri parlamentari, senatori, assessori regionali, provinciali, comunali, condominiali, pianerottoloniali in saecula saeculorum ecc. ecc.
    E per concludere sono abbastanza sicuro che il discorso si possa applicare sufficientemente bene anche in ambito industriale/aziendale (vedi Marchionne).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: